Quali elettrodomestici consumano di più? Occhio agli ‘insospettabili’

Cosa sapere sugli elettrodomestici più energivori: occhio agli ‘insospettabili’ e cosa fare per risparmiare giorno per giorno

Quali elettrodomestici consumano di più? Occhio agli 'insospettatibili'
Conti (fonte foto: Adobe Stock)

Quando si parla di elettrodomestici, l’attenzione di molti è sempre molto alta, a maggior ragione se a tale argomento si aggiunge la questione dei consumi e del costo in bolletta relativo all’utilizzo: quali sono, vi sono alcuni ‘insospettabili’ e come fare per risparmiare? Ecco di che cosa si tratta.

Risparmiare sulla bolletta, in un periodo di rincari inoltre, può rappresentare un aspetto importante nonché una necessità per molti, che potrebbero chiedersi come fare per avere un impatto minore e, in generale, un costo in utenza meno salata.

Tuttavia non è semplice capire quali siano i dispositivi maggiormente energivori, anche perché il dispendio energico può legarsi a diversi aspetti e fattori, nonché all’utilizzo che se ne fa, per citare solo alcune delle concause.

In linea di massima, si legge su energit.it, più un apparecchio è grande più consumerà, così come i consumi crescono in base alla frequenza di utilizzo maggiore. Tuttavia, la classe energetica è un dettaglio che non va sottovalutato, così come le abitudini quotidiane che possono incidere sui costi.

Elettrodomestici che consumano di più: come fare per risparmiare?

Grande è l’attenzione in merito agli elettrodomestici, ai consumi e ai possibili rimedi da provare per risparmiare e avere bollette meno salate, ed il primo aspetto da considerare è quello di ottimizzarne le prestazioni e gli utilizzi, sprecando meno energia.

È noto che elettrodomestici come il forno, il frigorifero e la lavastoviglie facciano registrare importanti consumi in kWh, tuttavia utilizzati per un tempo inferiore rispetto ad altri elettrodomestici, possono incidere in maniera minore sulle spese.

Il forno, se non viene usato usato come si conviene, – qui alcuni consigli pratici su come fare per provare a risparmiare – può esser responsabile di un consumo elevato; tale consumo dipende dalla temperatura di cottura. Più alta, più sarà il consumo di energia ad esso legato.

La lavatrice è anch’essa fonte di consumi, e come nel caso precedente, ad incidere è la temperatura. Lavaggi ad alte temperatura infatti portano un gran consumo in tal senso, qui alcuni consigli alla portata di tutti per provare a risparmiare.

Non va sottovalutato il frigorifero, che è attivo 24 ore su 24 e ha quindi un consumo costante. Come negli altri casi, la possibilità di acquistarne uno di classe energica A o superiore può portare grossi benefici in bolletta, così come queste accortezze da tener presente.

LEGGI ANCHE >>> Aumento bollette, il metodo per risparmiare, e occhio a queste spese

Lavastoviglie, stufa e gli elettrodomestici insospettabili: cosa c’è da sapere

Al pari di altri, attenzione va posta anche alla lavastoviglie, che va utilizzata in modo intelligente e in tal modo può favorire un risparmio in termini generali; anche in questo caso, è il tipo di utilizzo nonché la scelta dei modelli di ultima generazione a creare condizioni diverse. Prestare attenzione all’aria calda, così come altri spunti importanti, possono aiutare i consumatori.

Altri consigli utili riguardo elettrodomestici quali il condizionatore, che viene utilizzato a lungo e comporta alti consumi. Usarlo in modalità eco, l’errore da non fare e questi trucchi possono avere un peso a tal riguardo.

Allo stesso modo, quando si avvicinano i periodi freddi, occorre prestare attenzione al riscaldamento in relazione al risparmio. L’utilizzo della stufa elettrica quando non soltanto necessario può incidere. Il riscaldamento senza gas con queste alternative potrebbe essere una soluzione.

In molti cresce inoltre la curiosità in merito alle pompe di calore: cosa sono?

Altri ‘insospettabili’, per così dire, elettrodomestici che potrebbero consumare molto sono il ferro da stiro o l’asciugacapelli. Anche in questo caso è opportuno stare attenti e limitarne l’uso, così come va prestata attenzione a tutti questi dispositivi che possono consumare molto anche se spenti, poiché in modalità stand by.

Va sottolineato e ricordato che è opportuno ed importante rivolgersi agli esperti per chiedere informazioni, chiarimenti ed indicazioni in merito all’uso appropriato ed in sicurezza degli strumenti e degli apparecchi in casa.