Vendevano on line presunti farmaci anti covid: oscurati 11 siti web

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:40

La truffa, svelata dai Nas che passano all’azione chiudendo i siti che commercializzavano questi presunti medicinali, da utilizzare contro il coronavirus, truffa bella e buona.

Acquisti online
Acquisti online, come evitare le truffe (Getty Images)

L’operazione commerciale, almeno in teoria, per non dire in partenza, era perfetta. Si utilizzavano server stranieri sui quali appoggiare tecnicamente l’attività on line, ci si riferiva a società fittizie, e si proponeva attraverso falsi studi ed altrettanto falsi test di laboratorio, la vendita di medicinali. Ma non di medicinali qualunque, parliamo di medicinali anti-covid, proprio cosi, una operazione al limite della realtà insomma, per i malcapitati utenti che cadevano nell’immensa truffa.

Numerosi i farmaci venduti, spesso etichettati come farmaci proibiti dal sistema sanitario nazionale per motivi espressamente negazionisti e cospirativi. L’operazione è stata scoperta dai carabinieri dei Nas, dopo un attento monitoraggio tra i siti web. In questo caso a colpire è sicuramente la tipologia di prodotto commercializzato, totalmente di fatto inventato. 11 i siti web oscurati in seguito all’operazione delle forze dell’ordine.

LEGGI ANCHE >>> Paolo Brosio, la sua odissea col Covid: ho fatto 39 tamponi

Vendevano on line presunti farmaci anti covid: oscurati 11 siti web, l’operazione dei Nas

I medicinali generalmente presentati come di fatto miracolosi per sconfiggere il Covid19, erano tutti a base di clorochina e di antivirali tipo lopinavir e ritonavirm, principi attivi, per i quali, l’Agenzia italiana del farmaco ha decretato di fatto al sospensione a procedere nel trattamento curativo Covid19. Ovviamente tale sospensione non include studi sperimentali clinici, potenzialmente conducibili nel settore ospedaliero.

Una operazione ben studiata e ben organizzata insomma, con tutte le caratteristiche adatte per produrre truffati su truffati, cittadini speranzosi di risolvere un dannoso problema medico che si ritrovano con tra le mani, praticamente niente. Per fortuna la truffa è stata scoperta ed i siti tutti oscurati, nella speranza si possa presto trovare il farmaco giusto, stavolta però autentico.

LEGGI ANCHE >>> Avellino: condizioni gravi per un quindicenne contagiato Covid a scuola