Vaccino anti-Covid, stop alla sperimentazione di Oxford: reazioni indesiderate

Le sperimentazioni di AstraZeneca congiunte tra Oxford e Pomezia, hanno subito un momentaneo freno, viste le controindicazioni di un paziente

Vaccino anti-Covid, stop alla sperimentazione di Oxford: reazioni indesiderate
Fonte foto: (Pixabay)

AstraZeneca è una conosciuta azienda in campo farmaceutico, che come tante, sta cercando di rendere nel minor tempo possibile, un vaccino anti-Coronavirus. Le prime sperimentazioni di un prodotto che pareva essere efficace, sono state per ora interrotte dal momento in cui uno dei volontari ha riscontrato dopo l’utilizzo, un effetto indesiderato.

AstraZeneca, sta sviluppando il nuovo vaccino in collaborazione sia con l’Università di Oxford, che con l’Irbm di Pomezia. Dall’azienda farmaceutica, giungono voci di una “azione di routine”, lo stop avviene infatti ogni qual volta una reazione avversa dell’agente, si verifica in un test. Pausa che consente di indagare e assicurare allo stesso tempo il mantenimento dell’integrità del processo dei test”.

Piero Di Lorenzo, dalla Irbm di Pomezia, spiega che una sola rezione imprevista si sarebbe verificata, al fronte di 50mila pazienti. Questo però è bastato alla multinazionale per chiedere un momentaneo stop e per monitorare la situazione.

Vaccino, l’esperto: “Improbabile che arrivi per la fine dell’anno”

Fonte foto: (Pixabay)

I test clinici, vedono spesso delle sospensioni al loro interno, visti i tanti imprevisti quando c’è ricerca su qualcosa di mai sperimentato. Il vaccino prodotto dalla AstraZeneca, sembra davvero tra i più efficaci provati sin ora, con delle reazioni forti e con una buona risposta immunitaria. Lo stop però, con la seppur minima controindicazione, preoccupa e di certo rallenta il procedimento.

In contemporanea, altri vaccini sono provati in altre aziende del mondo. Uno viene ad oggi sperimentato dalla Moderna, negli USA, l’altro in Germania, dalla BioNTech. Intanto, Di Lorenzo della Irbm di Pomezia, parla così del farmaco della AstraZeneca: I test sui vaccini, anche quelli anti Covid, nonostante l’emergenza pandemica, sono severi, rigorosi e affidabili. Prova di questo è stata la sospensione volontaria della sperimentazione da parte di AstraZeneca”.

Intanto, il professore esperto di malattie infettive americano, Anthony Fauci, chiede pazienza, non vedendo nelle sue previsioni, un vaccino utile in arrivo a breve:Improbabile che avremo una risposta definitiva sulla sicurezza e l’efficacia di una vaccino entro la fine dell’anno”.

Ed a tardare, a quanto pare, sarà anche la ripresa delle scuole italiane. Tra carenza di sistemi di sicurezza e banchi, si potrebbe dover slittare di alcune settimane.

LEGGI ANCHE>>> Malata di Covid faceva surf: la polizia la ammanetta in spiaggia, VIDEO

LEGGI ANCHE>>> “Il coronavirus? punizione di Dio per i gay” Il patriarca che lo ha detto è positivo