Paolo Brosio, la sua odissea col Covid: “ho fatto 39 tamponi”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:37

Paolo Brosio torna in tv dopo il Covid e lo fa ospite di Fuori dal coro e Mario Giordano, su retequattro. La sua odissea con l’infezione.

Paolo Brosio è pronto ad entrare nella casa del Grande Fratello Vip. Avrebbe dovuto entrarci a settembre ma il coronavirus lo ha bloccato. “Stavo bene, avevo solo un pò di tosse” ha raccontato a Mario Giordano nella puntata di Fuori dal coro. Ha scelto il talk show di Retequattro per tornare a mostrarsi in tv dopo la malattia. E ha raccontato la sua odissea con il Covid. “Grazie a Dio non sono mai stato male – ha confessato – vedevo gente intorno a me non respirare ma io stavo bene, però quei maledetti tamponi.…”

Ne ha fatti 39 di tamponi, il giornalista. “Un’odissea – ammette a Mario Giordano – ero ancora nel periodo in cui ci volevano due tamponi negativi per essere dimessi, ma io ne avevo puntualmente uno negativo e quello dopo positivo”. 

LEGGI ANCHE >>> Paolo Brosio, vinta la battaglia più importante: ora sfida al GF Vip

Paolo Brosio, la sua odissea sul Covid: “grazie a chi mi ha scritto, sono pronto per il Grande Fratello”

E’ stato 27 giorni in ospedale da quel 18 settembre in cui decise di chiedere alla produzione del Gf Vip un check up totale. “Mi misero un ago all’arteria radiale del polso per controllare l’ossigenazione – racconta Brosio – un dolore immenso, poi la tac mi ha trovato la polmonite intersteziale tipica del coronavirus, ma io stavo bene – conferma.

“Per 25 giorni – racconta ancora Brosio a Fuori dal coro – non ho visto nessuno, solo infermieri travestiti da palombari, non riuscivo a vedere nessuno negli occhi, è stata dura ringrazio tutti quelli che mi hanno scritto e mi sono stati vicini”.

Ora Paolo Brosio è pronto per la grande avventura al Grande Fratello Vip. “Certo, io sono prontissimo – ribadisce Brosio – aspetto solo che mi chiami la produzione”.

LEGGI ANCHE >>> Paolo Brosio Covid, in lacrime:non ho mai mollato, affidato a Dio