Coronavirus, l’annuncio di De Luca : “Coprifuoco dalle 23 di venerdi”

Il Presidente della Regione Campania passa ad un livello successivo in quanto a misure di sicurezza, il coprifuoco dovrebbe scattare dal prossimo fine settimana.

De Luca
De Luca (Facebook)

Il Governatore della Campania, Vincenzo De Luca, ha fatto sapere che per la sua regione chiederà lo stato di coprifuoco a partire dal prossimo venerdi, dalle ore 23. In quel momento, tutto, ma proprio tutto resterà chiuso, dalle attività commerciali ai trasporti, nulla si muoverà fino all’indomani. La misura conta di evitare inutili contagi nelle ore in cui la gente generalmente esce, e si trattiene in strada.

Nello stesso momento dovrebbe poi esserci la riapertura delle scuole, questo sotto garanzia delle autorità sanitarie locali. Nel momento in cui non ci fossero determinati parametri a garantire la tenuta della struttura a livello sanitario, non sarà possibile riaprire quella determinata struttura. Un cambio di rotta, insomma, rispetto a quanto stabilito soltanto pochi giorni fa, con una ordinanza, quella riguardante per l’appunto la chiusura delle scuole, che aveva fatto molto discutere.

LEGGI ANCHE >>> Coronavius, chiusura scuole in Campania: i dubbi di Conte

Coronavirus, l’annuncio di De Luca :”Coprifuoco dalle 23 di venerdi”, le reazioni

Vincenzo De Luca, ha poi parlato della necessità per la sua regione di disporre di nuovi medici ed infermieri, facendo sapere che le richieste della regione sono state di fatto accontentate ma in maniera molto ridotta rispetto all’iniziale richiesta. La situazione resta comunque critica in quanto a presenze tra gli operatori del settore sanitario, sperando che non si arrivi dunque ad una fase di collasso che rischierebbe di paralizzare ogni cosa.

Il momento è certamente particolare, e certe misure, vanno a colmare la difficoltà delle amministrazioni di gestire in un certo modo le presenze dei cittadini nei luoghi pubblici da una certa ora in poi. Ciò avviene anche per la scarsa disponibilità in alcuni casi, proprio da parte dei cittadini, a rispettare determinate regole e divieti. Una sorta di misura drastica, per mancata collaborazione, come di fatto, in realtà si presenta il provvedimento.

LEGGI ANCHE >>> Campania, dopo le scuole De Luca chiude anche Halloween: imbecillità