Campania, inchiesta sui covid hospital: altro blitz della Procura di Napoli

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:00

L’inchiesta sui covid hospital in Campania va avanti. La Procura di Napoli ha mandato i carabinieri in Regione a prelevare nuovi documenti. Ecco quale potrebbe essere il capo d’accusa

Campania Covid hospital

Prosegue l’inchiesta sui covid hospital in Campania. La Procura di Napoli proprio in questi giorni ha inviato i carabinieri a prelevare nuovi documenti in Regione. Nello specifico ha fatto sequestrare i documenti del progetto esecutivo dell’appalto legato agli ospedali costruiti appositamente per contrastare l’emergenza covid-19. 

Gli inquirenti vogliono vederci chiaro per quanto concerne la parte esecutiva ed amministrativa inerente la realizzazione dell’appalto destinato alla creazione di tre strutture anti covid. A guidare l’inchiesta è il procuratore aggiunto Giuseppe Lucantonio coadiuvato dalla pm Mariella Di Mauro che sta appunto indagando sull’intera procedura.

LEGGI ANCHE >>> Napoli, positivo al Covid muore al Cotugno: “poteva essere salvato, ospedali chiusi”

Campania: i passaggi principali dell’inchiesta covid-hospital

L’idea di mettere in piedi dei nuovi ospedali è nata dall’esigenza di dar manforte ai nosocomi napoletani ed evitare di arrivare al collasso. Uno è stata realizzato nell’area del parcheggio dell’ospedale del Mare a Ponticelli, uno a Salerno e il terzo a Caserta. 

La gara d’appalto messa in piedi con estrema urgenza ha però creato malumori e soprattutto denunce. Per questo si sta indagando per appurare una possibile turbativa d’asta, attraverso i vari documenti presi in carico a partire dallo scorso agosto.

La scorsa estate infatti c’era stato un blitz in tre aziende entrate in seconda battuta “nell’affare degli ospedali covid”, che avrebbero avuto rapporti non proprio trasparenti con la Med di Padova. Addirittura aleggia il sospetto di subappalto viste le criticità emerse nella fase embrionale delle indagini. D’altronde l’appalto si è aperto e chiuso in pochi mesi, passando dalla gioia e gli applausi degli abitanti di Ponticelli alle perplessità sulle modalità di costruzione e la reale utilità della struttura.

Insomma non è un bel periodo per la Campania, dove i contagi sono in aumento e si sono registrate diverse morti, tra cui quella di un signore 70enne respinto al Pronto Soccorso del Pellegrini per mancanza di posto.

LEGGI ANCHE >>> Sanitari dell’ospedale portano pazienti guariti dal covid a vedere il mare