Bonus auto fino a 18mila euro per favorire l’acquisto di auto elettriche

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:06

Il governo è al lavoro per garantire nuovi incentivi, tra cui il bonus auto fino a 18mila euro,  che potrebbe finalmente favorire un graduale passaggio ai veicoli elettrici 

Bonus auto
Fonte Pixabay

Il 2020 è stato l’anno dei bonus, ma a quanto pare anche il 2021 non sarà da meno. L’emergenza covid-19 ha lasciato strascichi indelebili per questo il governo sta ponderando nuove misure per aiutare i settori maggiormente colpiti.

In tal senso l’idea più attraente è quella di estendere il bonus auto fino a 18mila euro per il prossimo anno. In questo modo si può realmente favorire la conversione ai mezzi elettrici che diventerebbero accessibili anche per la fasce reddituali più basse, al di sotto dei 30mila euro. Il tutto verrà calcolato in base all’ISEE. Si parte da 3mila euro a salire fino a sei volte tanto.

A rendere ufficiale la proposta è stato il ministero dell’Ambiente, ma bisogna fare ancora molte valutazioni, una su tutte quella relativa ai costi per attuare la misura. In tal senso però qualcosa si sta muovendo è un’idea decisamente innovativa potrebbe rivelarsi decisiva.

Bonus auto fino a 18mila euro finanziato con aumento accise Diesel

Accise Diesel
Fonte Pixabay

Secondo Il Messaggero per finanziare questo sussidio, l’esecutivo aumenterà gradualmente il prezzo delle accise sul diesel. Il piano è quello di parificarlo al costo della benzina entro il 2030.

L’aliquota dell’accisa sul gasolio tra dieci anni dovrebbe quindi arrivare a 728,40 euro per mille litri. Un rincaro che porterebbe circa 5 miliardi di euro nelle casse dello stato, che in questo modo (congiuntamente al Recovery fund) potrà finanziare le famiglie e le persone con un reddito basso nell’acquisto di macchine elettriche.

Andando invece nel dettaglio del bonus, verrebbe riconosciuto per le automobili di categoria M1 che costano meno di 50mila euro e che hanno un livello di emissioni al di sotto della soglia di 30 CO2 g/km. L’altra condizione è la preventiva rottamazione di un veicolo Euro 0, Euro 1, Euro 2. Laddove non si può adempiere a questa condizione il beneficio è riconosciuto nella misura ridotta del 50%.

LEGGI ANCHE >>> Ecobonus auto: ecco la lista dei veicoli ammessi all’incentivo

LEGGI ANCHE >>> Bonus auto, il nuovo accordo che vale fino a 6.000 euro