Luca Gotti, il motivo del suo esonero? Non è una questione di soldi

Luca Gotti è stato fino a dicembre il tecnico dell’Udinese. Ecco le informazioni su vita privata, carriera, guadagni e motivi che l’hanno portato al suo esonero. 

Luca Gotti
Luca Gotti (Instagram udinesecalcio)

Da poco è stato esonerato dalla panchina della squadra dell’Udinese, l’allenatore Luca Gotti.

Quest’ultimo in passato ha avuto anche modo di iniziare la sua carriera sempre in ambito calcistico nel ruolo di giocatore.

Una grande passione è dunque la sua per questo specifico settore sportivo, che nella sua carriera gli ha andato tanto.

Ma conosciamo più da vicino informazioni sull’allenatore.

Igor Tudor: per il tecnico del Verona uno degli stipendi più bassi della Serie A

Vita privata di Luca Gotti

  • Nome e cognome: Luca Gotti
  • Data di nascita: 13 settembre del 1967
  • Altezza: Non disponibile

Luca Gotti nasce ad Andria 13 settembre del 1976. Il grande amore per il calcio lo deve probabilmente proprio al padre, Dino Goti, che a sua volta è stato allenatore di calcio. Poche altre le informazioni che abbiamo per quanto riguarda la sfera privata dell’ex tecnico dell’Udinese. Sappiamo infatti che l’uomo è laureato in Scienze motorie e in Pedagogia e ha avuto anche l’opportunità di conseguire ben due master, sia in didattica che in management. Inoltre è stato anche una docente all’Università Cattolica di Milano ed ha avuto modo di insegnare anche all’Università di Padova.

Per quanto riguarda invece l’ambito sentimentale, sappiamo che è sposato e che con la propria compagna ha messo al mondo due figli.

Carriera, i primi anni da giocatore

Come abbiamo già anticipato, anche la carriera calcistica di Gotti si è espressa, come accade per tanti altri personaggi noti di questo settore, in due strade e cioè quella da giocatore e quella da allenatore. Per quanto riguarda il periodo da calciatore, più che altro ha militato in tre squadre di area dilettantistica cioè la Contarina, la San Donà e la Caerano. Il suo ruolo nelle squadre in cui ha giocato è stato perlopiù di centrocampista. È stato poi nel 1998 che ha deciso di concludere con il calcio giocato, per dedicarsi alla carriera di allenatore.

Il passaggio ad allenatore, una grande opportunità

Incomincia dunque nei giovanissimi del Milan, mentre l’anno successivo si trasferisce al Montebelluna. Allena poi la Pievigina, Bassano Virtus e la primavera della Reggina. Nel 2006 invece viene scelto per guidare la Nazionale di calcio italiana Under 17. Tra le altre squadre allenate ci sono state il Treviso, la Triestina e poi ha iniziato un periodo da vice allenatore. Nel 2010 ricopre questo ruolo al Cagliari seguendo Donadoni, seguendolo successivamente anche al Parma e al Bologna. Nella stagione 2018-2019 invece diventa vice di Maurizio Sarri, l’attuale tecnico della Lazio, andando al Chelsea.

Dal 2019 si avvicina all’Udinese, diventando vice di Igor Tudor, fino all’esonero di quest’ultimo che gli dà la possibilità di diventare l’allenatore della squadra. Un debutto ottimo in Serie A, che ha visto invece negli ultimi tempi un percorso abbastanza deludente, fino ad arrivare al suo esonero.

Maurizio Sarri, per lui uno stipendio milionario: i guadagni del tecnico della Lazio

Esonero del tecnico dell’Udinese, i motivi

È stato il 7 dicembre che è arrivato il giorno dell’esonero dall’Udinese dell’allenatore Luca Gotti, che ha lasciato il suo posto mentre la squadra si trovava al quattordicesimo posto in classifica. I motivi del suo esonero per molti in realtà non sono del tutto giustificabili. C’è infatti chi sostiene che la colpa di una squadra che non riesce a brillare non sia dovuta all’incompetenza dell’allenatore.

L’Udinese infatti si è ritrovata a perdere calciatori importanti come Rodrigo De Paul, che negli ultimi anni era stato un giocatore di punta per la squadra. Nonostante questa perdita l’Udinese non è sembrata fare dei peggioramenti enormi nella squadra. Al contrario invece la squadra ha provato ad andare avanti anche con l’introduzione di un altro bomber, cioè Beto, che proprio Gotti ha cercato di portare ad ottimi livelli. Tutto questo non è servito però ad evitare l’esonero dell’allenatore, che comunque ha fatto del suo meglio per tenere a galla la squadra.

Guadagni, lo stipendio dell’ex tecnico dell’Udinese

Per chi fosse invece curioso dei guadagni di Luca Gotti, sappiamo che con il suo contratto all’Udinese ha ottenuto all’anno circa 600mila euro. Di sicuro dunque non può essere annoverato tra i giocatori più pagati della Serie A, come ad esempio José Mourinho che ha uno stipendio milionario.