Selvaggia Lucarelli non perdona: “il tempo è galantuomo”, cosa è successo?

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Selvaggia Lucarelli non perdona, la giornalista con un posto social si prende la sua rivincita su chi in passato ha usato parole forti nei suoi confronti: di chi si tratta?

Selvaggia Lucarelli non perdona
foto facebook

Torna ancora una volta sui social la giornalista del Fatto quotidiano per rendere nota la conclusione, almeno per il momento, di una diatriba legale che lei ha avuto gli Arcade Boyz che in passato con un video avevano usato parole molto forti nei suoi confronti.

Il tempo è galantuomo. Bene cosi. La sentenza specifica è  che non solo mi hanno insultata, ma hanno istigato i loro fan a farlo” ha scritto la donna su Instagram, inserendo anche una piccola parte del video in questione.

Ma non è tutto, sempre nella didascalia della foto, la giornalista analizza per fino e per segno come si sono svolte le cose tra di loro, cerchiamo di scoprire qualche cosa in più.

LEGGI ANCHE>>> Selvaggia Lucarelli preoccupata, sta male e non lo vede

LEGGI ANCHE>>> Selvaggia Lucarelli “regala” il figlio, alle sue condizioni

Selvaggia Lucarelli non perdona e vince la battaglia legale con gli Arcade Boyz

Selvaggia Lucarelli si infuria
Selvaggia Lucarelli, Fonte foto: Instagram (@selvaggialucarelli)

Selvaggia Lucarelli non perdona, torna sui social con una bella notizia la giornalista che la scorsa settimana ha debuttato con il suo nuovo programma sul Nove, intervistando Ciontoli.

Mi avevano insultata in un video su YouTube di più di 10 minuti di offese e volgarità. Avevano poi pubblicato altri video insultanti, in cui mi dileggiavano anche perché li avevo denunciati” scrive l’opinionista televisiva nella didascalia di Instagram per spiegare brevemente cosa fosse accaduto con gli Arcade Boyz.

Per chi non li conoscesse, come lei stessa ha anche scritto, nei mesi scorsi hanno preso parte alla terza edizione di All together now su Canale Cinque con Michelle Hunziker, erano due giurati del muro parlante, cosa che la giornalista ci tiene a specificare, lanciando anche una frecciatina non troppo velata al Michelle Hunziker.

Ad ogni modo, i due giovani sono stati condannati ad un grosso risarcimento, senza contare le spese legali e per la giornalista è di certo una bella vittoria.