Coronavirus 17 ottobre, i numeri non scendono pronte nuove misure

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:06

I numeri continuano ad aumentare ed a nulla sono valse finora le precauzioni e le regole, la situazione è critica e ci si aspetta da un momento all’altro l’ennesimo intervento del Governo.

Coronavirus
Coronavirus Soccorso (Facebook)

La situazione resta critica, i numeri non si fermano, continuano a salire con una impennata incredibile nell’ultima settimana. Gli interventi delle istituzioni locali prima e del Governo nazionale poi, non hanno sortito alcun effetto immediato, anzi a ben guardare, almeno stando alle ultime rilevazioni si può dire che la situazione sia nettamente peggiorata. Attese nelle prossime ore nuove misure restrittive per contrastare il contagio forsennato del virus.

Nei giorni scorsi si era discusso di eventuali provvedimenti da poter prendere in considerazione nel momento in cui il virus si fosse manifestato in maniera ancora più aggressiva. Le ipotesi di lockdown mirati, sponsorizzate da alcuni amministratori locali e da alcuni scienziati hanno per la verità provocato numerose critiche e riflessioni in senso contrario. C’è chi vede in quella misura l’unica via d’uscita al problema e chi invece la trova inutile, lasciando intendere che la situazione peggiorerà ancora di più nei prossimi giorni.

Coronavirus bollettino del 17 ottobre: tutti i dati dei contagi

I nuovi contagiati nel paese oggi sono 10.925 positivi, 47 i deceduti.

LEGGI ANCHE >>> Coronavirus, pericolo centri commerciali Roma: dipendenti positivi costretti al silenzio

Coronavirus 17 ottobre i numeri non scendono pronte nuove misure: le reazioni

L’esempio di altri paesi della comunità europea, allo stesso modo, non sta portando alcun miglioramento anzi. Miglioramenti immediati naturalmente, poi ci si augura che nei prossimi giorni anche tali restrizioni possano in effetti migliorare la situazione. L’Italia, con il suo Governo, si prepara nelle prossime ore ad attuare nuove misure restrittive con la speranza che si possa avere finalmente una inversione di rotta in quanto a contagi.

La situazione resta critica, per niente semplice, e spesso proprio l’incertezza dei governanti in alcune occasioni ha lasciato intendere che altri tempi duri potrebbero attenderci nelle prossime settimane.

LEGGI ANCHE >>> Mini-lockdown indetto ad Arzano: i commercianti protestano in strada