Record della Gruber contro Salvini: attaccato 10 secondi dopo sigla

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:01

Nemmeno il tempo di far finire la sigla del programma, che Salvini era già sotto accusa.

Il quotidiano Libero ha duramente attaccato la trasmissione Otto e Mezzo condotta da Lili Gruber, in onda su La7 nella fascia serale.

L’episodio in questione si è verificato nella giornata di ieri 24 Giugno e l’ospite della trasmissione era, tanto per cambiare, Beppe Severgnini. 

È accaduto che subito dopo la sigla, la Gruber gli ha subito rivolto una domanda molto diretta riguardo le sorti politiche di Matteo Salvini.

Il leader della Lega aveva infatti dichiarato in giornata come a suo parere le prossime elezioni saranno fondamentali per capire la tenuta democratica e il consenso di questo governo, e la conduttrice ha chiesto un’opinione sulle affermazioni di Salvini al suo ospite.

Severgnini a quel punto ha prontamente risposto che Ci sta, meglio che sparare tweet e mangiare ciliegie, le grandi occupazioni di questo periodo. È normale che usi le elezioni per dare una spallata al governo, fa parte della democrazia”. 

Otto e Mezzo, Salvini attaccato dieci secondi dopo la sigla: il “caso delle ciliegie” non si ferma

Una critica molto diretta a Salvini, che di certo in questo periodo, dopo il polverone mediatico scatenato dalle ciliegie che ha mangiato durante la conferenza indetta da Luca Zaia, viene attaccato anche più del solito.

Non fosse che, come ha fatto notare oggi Libero, stavolta si è proprio battuto un record. La critica al leader leghista è infatti arrivata esattamente dieci secondi dopo la fine della sigla di Otto e Mezzo.

Per il il quotidiano, questa è l’ulteriore prova di come sia in corso contro il segretario della Lega un accanimento mediatico continuo e ingiustificato frutto di una vera e propria faziosità politica da parte di trasmissione come quella condotta dalla Gruber. 

Severgnini in realtà aveva già attaccato duramente Salvini in una videorubrica sul Corriere della Sera.

L’ormai famosissimo “caso delle ciliegie” riguarda una conferenza organizzata dal governatore del Veneto Luca Zaia ripresa dalle telecamere e diffusa subito via social.

In questo si vede che mentre Zaia parla della tragica morte di alcuni neonati a Verona all’ospedale di Borgo Trento su cui sta indagando la procura, Salvini inizia a mangiare delle ciliegie che erano state messe sul tavolo.

Un gesto che è stato considerato insensibile e di cattivo gusto da parte delle opposizioni e del popolo di internet. Inizialmente Salvini, incalzato dai giornalisti sulla vicenda, aveva negato l’episodio, salvo poi fare retromarcia dichiarando che “Avevo fame,non avevo mangiato, potrò mangiare ciliegie?

LEGGI ANCHE -> Tribunale di Napoli salva Emilio Fede 

LEGGI ANCHE -> La Giustizia fa un regalo al prete pedofilo: abusò di una bambina