Vasco Rossi, sapete chi è questa ragazza? Ha fatto la sua fortuna

Conoscete questa ragazza? È colei che è stata molto importante nella vita artistica dell’amatissimo cantante Vasco Rossi. Scopriamo perché 

Vasco Rossi
Foto da Instagram: @vascorossi

Lo sguardo dolce di questa ragazza forse non vi dice nulla. Ma fu colei che ispirò una delle canzoni più belle di Vasco. Era il 1978 e Vasco Rossi componeva Silvia, ad oggi ricordato come uno dei suoi pezzi più belli.

Questa ragazza è proprio quella Silvia, quella di “Silvia fai presto, che sono le otto, se non ti muovi fai tardi lo stesso”. Soltanto adesso Vasco ha rivelato sui social l’identità della sua musa ispiratrice.

Si chiama Silvia Benuzzi ed oggi è un’insegnante di filosofia del liceo. Vive a Modena ed è una donna di 58 anni che improvvisamente è stata travolta dalla popolarità dopo che il Blasco ha rivelato la sua identità. Scopriamo qualcosa in più su questa bellissima donna.

Silvia Benuzzi, la musa di Vasco Rossi ricorda gli anni giovanili: “Io e Vasco mai stati insieme. Era troppo grande per me”

Vasco Rossi
Fonte foto: Getty Images

Intervistata dal Corriere della Sera, la donna modenese ha ricordato gli anni in cui ispirò Vasco Rossi.

“Abitavamo vicini, i miei genitori avevano un bar-pizzeria sotto casa e lui si trovava lì fuori con gli amici a suonare la chitarra. Io ero un po’ più piccolina, ma Zocca non è una città: eravamo un’unico gruppo di amici, si stava tutti insieme. Ricordo bene il suo carisma, la sua libertà di idee, la sua grande vitalità. E poi era anche un bel ragazzo, ha raccontato.

Silvia rassicura che fra loro due non c’è mai stato nulla: “Lui già riscuoteva molto successo nel mondo femminile, ma io non pensavo a lui in quel senso e nemmeno lui a me. Però già allora era una persona dolce e attenta, penso sia per questo che ha colto dei tratti del mio carattere che poi erano reali. E questa sua dolcezza la vedo anche nella persona che è oggi“.

Un onore per lei essere stata la musa ispiratrice di una canzone così meravigliosa: “Con la mia famiglia ci eravamo trasferiti a Modena ma avevamo mantenuto una casa a Zocca, dove tornavo ogni volta che mi era possibile. Lì, già molti anni fa, mi dicevano: ‘Dai, dillo che sei stata la morosa di Vasco’. Invece no, davvero, lui ha solo posato il suo sguardo su di me per prendere ispirazione, partendo da un’amicizia reciproca, in un’epoca particolare”, erano gli anni 70.

Non ci resta che ascoltare quei versi meravigliosi, avendo la consapevolezza che oggi quella Silvia ha un volto.

LEGGI ANCHE >>> Vasco Rossi, nostalgico su Instagram: il post commuove tutti

LEGGI ANCHE >>> Vasco Rossi, frase filosofica su Instagram. A cosa si riferisce?