Il Covid-19 colpisce anche Cristiano Ronaldo: bloccato in Portogallo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:06

Cristiano Ronaldo è rimasto bloccato in Portogallo causa Coronavirus. Partito lunedì, adesso il ritorno in Italia diventa più complicato.

cristiano Ronaldo  coronavirus
Foto da GettyImages

Cristiano Ronaldo non è riuscito a rientrare in Italia. Lo scorso giovedì era partito per andare a Madeira a festeggiare il compleanno della sorella Elma e trascorrere qualche giorno in famiglia. I recenti sviluppi dovuti al Coronavirus hanno fatto sì che anche il Portogallo sospendesse i voli per l’Italia.

Sono settimane che ormai il Coronavirus ha monopolizzato la comunicazione di tutto il mondo in particolare nel nostro Paese. Da circa tre settimane l’Italia è costretta a fronteggiare un’emergenza sanitaria senza precedenti che sta mettendo a dura prova sia le istituzioni governative sia i comuni cittadini.

Purtroppo nessuno è immune a questo virus, neppure il grande campione di calcio Cristiano Ronaldo. Qualche giorno prima che tutta l’Italia venisse dichiarata zona rossa dal Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, Ronaldo era riuscito ad ottenere da parte del club bianconero un permesso speciale per andare a trovare la famiglia in Portogallo.

LEGGI ANCHE –> CRISTIANO RONALDO ESORCIZZA CORONAVIRUS E STADIO A PORTE CHIUSE. VIDEO

Cristiano Ronaldo bloccato in Portogallo causa Coronavirus

Cristiano Ronaldo
Cristiano Ronaldo ( Fonte Getty Images)

L’evento che ha scaturito la partenza del calciatore era il compleanno della sorella Elma. In tale occasione Cristiano Ronaldo ha avuto modo di vedere la mamma Dolores recentemente ricoverata, ma in ripresa.

È noto che la donna poche settimane fa era stata colpita da un ictus che di certo aveva destato grande preoccupazione al campione.

La partenza di Ronaldo, insieme alla compagna Georgina e i figli, è avvenuta lunedì. Un breve viaggio per trascorre qualche giorno in serenità con la famiglia. Adesso, a causa dell’emergenza, il soggiorno è diventato più lungo.

LEGGI ANCHE –> CORONAVIRUS, CHOC JUVENTUS: UN GIOCATORE POSITIVO

La Juventus comunque si sta attrezzando per far rientrare il giocatore, dal momento che, nonostante la quarantena, i giocatori hanno continuato ad allenarsi in vista della partita di ritorno degli ottavi di finale di Champions contro il Lione. La partita dovrebbe disputarsi il 18 marzo ma la gara è molto incerta, visto il precipitarsi della situazione. Infatti il campionato italiano al momento ha subito uno stop e anche le coppe europee rischiano un blocco.  Le partite Siviglia-Roma e Inter-Getafe di Europa League non si sono giocate e purtroppo si teme una simile sorte per la Champions.

Si aspetta a breve un provvedimento delle varie istituzioni competenti, dal momento che un giocatore del club bianconero, Daniele Rugani, è stato dichiarato il primo atleta della serie A ad essere positivo al Covid-19.