Coronavirus, choc Juventus: un giocatore positivo

Il club bianconero rende noto con un comunicato la notizia: un giocatore è risultato positivo al coronavirus

Rugani foto gruppo
Rugani festeggia con la squadra dopo la vittoria contro l’Inter (fonte foto: screenshot Instagram)

Il primo calciatore di Serie A positivo al Coronavirus è un giocatore della Juventus. Si tratta di Daniele Rugani, difensore 25 enne. La società bianconera, verso le 23, ha fatto apparire sul proprio sito una “comunicazione urgente”, in cui si è data la sconcertante notizia.

“Il calciatore Daniele Rugani è risultato positivo al Coronavirus-COVID-19 ed è attualmente asintomatico. Juventus Football Club sta attivando in queste ore tutte le procedure di isolamento previste dalla normativa, compreso il censimento di quanti hanno avuto contatti con lui”. Queste le parole scritte nella nota del club.

Il giocatore è asintomatico, per il momento. Ciò che spaventa è una foto scattata la sera dell’8 marzo, subito dopo la vittoria nella sfida-scudetto contro l’Inter. Lo scatto vede Rugani abbracciato ai compagni nello spogliatoio. Ovviamente sono state avvisate tutte le squadre che hanno disputato incontri contro la Juventus, oltre che tutti i compagni. Saranno, quindi, adottate tutte le procedure del caso.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE – Coronavirus, Tevez non ha paura: il gesto “folle” dell’Apache

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE – Coronavirus, Conte agli italiani: “un passo in più” per vincere la battaglia

Il giocatore, asintomatico, rassicura i suoi tifosi su Instagram. Ora a rischio tutto lo svolgimento della Champions League

Rugani ig
Daniele Rugani (fonte foto: screenshot Instagram)

Il difensore della Juventus, come detto è asintomatico. Ha voluto scrivere qualche parola, sui social, per tranquillizzare i suoi tifosi. Ecco le sue parole. “Avrete letto la notizia e per questo ci tengo a tranquillizzare tutti coloro che si stanno preoccupando per me, sto bene.
In questo momento però sento ancora di più il dovere di ringraziare tutti i medici e gli infermieri che stanno lottando negli ospedali per fronteggiare questa emergenza. Invito tutti a rispettare le regole, perché questo virus non fa distinzioni! Facciamolo per noi stessi, per i nostri cari e per chi ci circonda. #grazie”.

La Juventus avrebbe in programma l’ottavo di ritorno di Champions di martedì 17 marzo contro il Lione. La gara, ovviamente, non si disputerà. La Uefa dovrà solo prendere atto della situazione e ufficializzare il rinvio.

Anche la sfida tra Barcellona e Napoli rischia di saltare. La Spagna ha chiuso tutti i voli dall’Italia e non si trova nemmeno un campo neutro dove disputare l’incontro. A questo punto, la Champions League, non solo della Juventus, rischia di essere annullata. D’altro canto, è risaputo che l’Organizzazione mondiale della sanità ha dichiarato il coronavirus pandemia.