Coronavirus, l’appello di Fiorello: “Perché non stiamo un po’ a casa?”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:35

Fiorello richiama i suoi fan al senso civico in un video su Instagram. L’appello a rispettare le norme di sicurezza contro il Coronavirus

Sono tanti i vip che in questo momento stanno scrivendo messaggi e girando video nei quali si appellano al senso civico delle persone. Questo perché soltanto rispettando le norme di sicurezza sarà possibile uscire dalla difficile e delicata situazione in cui si trova il nostro Paese. Tra i tanti, anche Rosario Fiorello si è unito al coro.

Fiorello, lo showman che mette tutti d’accordo con la sua inconfondibile ironia, ha lanciato un simpatico appello su Instagram. “Ciao da Fiorello, come state ragazzi? Tutto bene?”, ha detto lo showman dal divano di casa sua. “E allora, ho un’idea per tutti noi: visto il periodo, ma perché non stiamo un po’ a casa? Tutti a casa? Guardate che è bello. Che è ‘sta roba? Andare in giro a fare gli aperitivi, a fare le feste, a trovarsi in trenta, quaranta amici tutti insieme appiccicati a meno di un metro di distanza… che brutta cosa!” ha detto il comico dal divano di casa sua.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE – Coronavirus: il messaggio di Amadeus scatena le polemiche

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE – Michelle Hunziker: arriva il forte appello per combattere il Coronavirus

Fiorello propone delle brillanti idee su come passare il tempo in casa in questo momento difficile

Rosario Fiorello
Rosario Fiorello (Fonte Fiorello Instagram)

Dopo molti personaggi dello spettacolo, come Amadeus e Chiara Ferragni, anche il comico e showman Rosario Fiorello si unisce al gruppo e richiede ai propri fan di passare più tempo possibile in casa, evitando di uscire per ragioni non indispensabili.

Stare in casa per alcuni può essere noioso. Molte più persone non sono più abituate a trascorrere del tempo nella propria dimora, tutti presi dal lavoro e da impegni di ogni genere. Fiorello ha una divertente soluzione per impiegare il tempo passato tra le mura di casa. “Invece a casa si riscoprono giochi nuovi. Potete giocare e Monopoly, a Risiko, al mimo dei film, potete fare il karaoke, divertirvi con i vostri genitori, i vostri parenti”.

A modo suo, esilarante come sempre, Fiorello cerca di sensibilizzare la popolazione ad essere solidale e ad usare il buon senso. Per concludere Fiore termina in questo modo: “State a casa che è meglio, evitiamo di uscire in questo periodo! Si sta tanto bene sul divano, guardate come sto sereno io… fai come me: resta a casa“.