Pensioni aumentano a dicembre: chi avrà più soldi? Le novità sugli importi

La chiusura dell’anno sarà più dolce per alcune persone. Le pensioni sono in aumento nel mese di dicembre. Chi avrà più soldi? Ecco tutte le novità sugli importi dell’ultimo mese dell’anno.

Siamo verso la chiusura di un anno complicato da un punto di vista economico per tante persone che hanno dovuto fare i conti con gli aumenti delle spese su ogni fronte. Anche i pensionati non hanno avuto vita semplice, tanto che sul piatto di governo ci sono alcune discussioni. Tuttavia, nel mese di dicembre sono previsti degli aumenti, ma non per tutti.

pensioni dicembre
fonte foto: Canva

Sappiamo molto bene che dicembre è un mese importante. Non solo perché chiude l’anno o si entra nel pieno delle festività natalizie, ma perché si conclude l’anno fiscale. Al di là di ciò, però, tutti gli anni in molti si chiedono come sarà il calendario dei pagamenti INPS e soprattutto se ci saranno e come verranno distribuiti gli aumenti nelle pensioni a dicembre.

A tal riguardo, ci sono parecchi novità a carattere economico che bisogna aggiungere. I pagamenti INPS vedranno l’arrivo ella tredicesima e di alcuni bonus che spettano a determinate categorie di pensionati. Tutte manovre che fanno incrementare la somma pensionistica. Andiamo a vedere a chi spetta questo aumento e soprattutto a quanto ammonta.

Pensioni dicembre 2022, gli aumenti: tredicesima e bonus

Una bella notizia per i pensionati italiani, soprattutto per quelli che stanno subendo di più le ristrettezze economiche degli ultimi mesi. L’emergenza delle pandemia e la crisi internazionale degenerata dal conflitto in Ucraina dopo l’invasione russa hanno spinto molti governi a stringere la cinghia. Anche perché l’inflazione record e l’aumento delle bollette di luce e gas ha spinto diverse persone a modificate il loro stile di vita.

Dietro a questa situazione, numerosi sono stati gli interventi governativi per sostenere le fasce più deboli economicamente della popolazione. E tra questi ci sono anche i pensionati che vedranno delle pensioni più alte a dicembre. Una cosa che potrebbe far tirar loro un sospiro di sollievo. Tra le novità c’è l’arrivo della tredicesima, che spetta a tutti, e il bonus di 154,94 euro.

Sono esclusi dal bonus di 154,94 euro coloro che hanno una pensione o assegno sociale, pensione di invalidità civile, pensione supplementaria, pensione di indennizzi dei commercianti, pensione o assegno degli enti creditizi e dei dirigenti d’azienda, pensione internazionale non tassata in Italia.

Pensioni, a chi spetta il bonus 154,95 euro

Il bonus INPS viene erogato ai pensionati che non superano un determinato livello reddituale. Per intenderci, possono ottenerlo coloro che non arrivano ai 6.816,55 euro l’anno. Un totale che tiene conto anche degli aumenti al trattamento minimo e delle maggiorazioni sociali. In caso in cui si percepisca un reddito tra i 6.816,55 euro e i 6.971,49 euro, bisogna calcolare la differenza tra il limite massimo (6.971,49 euro) e il reddito personale.

Ma il bonus spetta anche agli iscritti alla gestione ex Enpals e i titolari di pensioni di attività private. Ed è un importo riconosciuto provvisoriamente, visto che l’istituto provvedere in un secondo momento a fare tutte le verifiche del caso e capire se si ha davvero diritto all’importo.

A questo si aggiunge il fatto che l’istituto di previdenza sociale darà il bonus da 154,94 euro solo in caso in cui non si superano alcuni redditi imponibili IRPEF. Bisogna tenere conto della composizione del nucleo familiare. Un pensionato che vive solo non deve superare i 10.224,83 euro. Un coniugato non deve superare i 20.449,65 euro.

Pensioni dicembre, le altre novità

Per quanto riguarda la tredicesima e il bonus 154,94 euro queste verranno erogate in modo automatico all’interno della somma pensionistica. Questo vuol dire che la persona interessata non deve fare nessuna domanda. Ma l’accredito lo vedrà quando arriva la pensione. Al di là di questo, però, ci sono altre novità che riguardano le pensioni del mese di dicembre.

Alla pensione, oltre alla tredicesima e al bonus, verrà aggiunta anche la rivalutazione anticipata del 2% e del conguaglio della perequazione dello 0,2%, quest’ultima riguarda l’anno 2021. Ma non finisce qui. Quelli che non hanno ottenuto un aumento a luglio, possono ottenere la quattordicesima. Questa spetta a chi ha compiuto almeno 64 anni e ha un reddito inferiore a 13.633,10 euro.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, pensioni, bonus, invalidità - 104 e news