Criptovalute, come stanno le cose? Ecco i pro e i contro

C’è sempre più voglia di investire nel mondo delle criptovalute. Un settore, però, davvero molto complesso. Quali sono i pro e contro?

Negli ultimi anni, il mondo delle criptovalute ha innescato sempre più interesse. Non è un caso che sia un argomento trattato da tantissime persone. Per molti, però, tale argomento resta ancora un mistero. Infatti, quando sentiamo parlare di criptovalute c’è un certo spaesamento. Questo perché, il tema non è proprio semplice, la reazione è logica conseguenza della difficoltà di base.

Criptovalute
AdobeStock

Le criptovalute sono arrivate dopo una crisi finanziaria molto importante. A seguito del crollo di Lehman Brothers, Satoshi Nakamoto ha deciso che era giunto il momento di rendere la moneta indipendente dalle banche centrali. Da quel momento, si è iniziato sempre più a parlare della moneta digitale, così ha preso sempre più piede la criptovaluta.

Da quel momento, le criptovalute sono entrate sempre più nell’immaginario collettivo. La voglia di investire in questo settore è cresciuta sempre più. Sui Bitcoin si è sparla anche la voce che si tratti di un’arma cinese. Insomma, l’argomento è caldo e sta coinvolgendo sempre più persone. Quando si parla di investimenti, sappiamo bene, come anche qui ci siano degli equilibri complessi. A maggior ragione se si parla di criptovalute. Andiamo, quindi, a vedere i pro e i contro su questa moneta digitale.

Criptovalute, quali sono i pro e contro?

L’economia mondiale è stata toccata dalle criptovalute. Come in ogni caso, ci sono dei vantaggi e degli svantaggi che non possono non essere considerati. In prima battuta, come riportato da Focus, uno dei vantaggi è quello della tracciabilità. La tecnologia blockchain, infatti, permette di tracciare e verificare le transizioni da parte dei partecipanti. Quindi, arrivammo al secondo punto, c’è la trasparenza tanto sognata da molti.

Essendo online, molti si interrogano sulla privacy. Con le criptovalute non ci possono essere furti d’identità. Quando si paga con i Bitcoin non viene registrata nessuna informazione personale. Anche se, qui piccolo svantaggio, la moneta è molto in voga sul mercato nero proprio perché non è possibile a risalire a chi la utilizza. Un altro vantaggio è che non ci sono commissioni. Infine, queste monete non hanno confini nazionali che modificano il valore. Passiamo ora ai contro delle criptovalute.

Gli svantaggi della moneta digitale

Dopo aver analizzato i pro, passiamo ai contro. In prima analisi, la diffusione su larga scala di tale moneta potrebbe portare problemi di comprensione. L’idea di un ambiente senza banche e basato su blockchain può portare un certo timore.  Cosa che sta portando ad una difficoltà di diffusione. In seconda battuta, le criptovalute sono un vero e proprio investimento. Si comprano nella speranza che il loro valore salva. I rischi, quindi, sono decisamente alti.

Si parla sempre di un mondo online, quindi il pericolo cybertruffe cresce enormemente. Anche l’attuale sistema, però, non lascia dormire sonni tranquilli. A dimostrazione di come la sicurezza sia sempre messa a repentaglio. Chiudiamo con l’ultimo svantaggio delle criptovalute. Parliamo del fatto che per crearla si utilizzi tantissima energia, forse troppa. Anche se buona parte dei professionisti del settore utilizza energie rinnovabili.

Insomma, il punti sono molto chiari e fanno capire perché ci sia tanto interesse attorno a questo mondo. Un interesse che porta a chiedersi anche quali siano le 5 criptovalute più importanti sul mercato.