Riforma IRPEF 2022, 65 euro in più al mese: ecco a chi spetta

Grazie alle nuove detrazioni della riforma IRPEF 2022, alcuni lavoratori possono avere 65 euro in più al mese in busta paga. Ecco cosa devi sapere in merito. 

Importanti novità sono arrivate con l’entrata del 2022 in merito alla busta paga e degli stipendi dei lavoratori. L’imposta sul reddito delle persone fisiche ha infatti subito delle variazioni che hanno toccato diversi punti.

riforma IRPEF 2022
fonte foto: BeFunky

Un anno di grandi novità dal punto di vista economico. Come molti sapranno, è in atto la riforma dell’IRPEF 2022 che ha modificato le aliquote IRPEF e anche gli scaglioni di reddito. Questo cambiamento è arrivato dietro la legge di Bilancio del governo Draghi che ha spinto verso ad una riduzione della terza e quarta aliquota IRPEF di circa 2 e 3 punti percentuali, oltre che a scaglioni rimodulati.

Una novità che però ha toccato anche altri fattori come il Bonus 100 in busta paga, chiamato anche come ex Bonus Renzi e trattamento integrativo. La trasformazione è arrivata anche per le detrazioni dei lavoratori dipendenti. Questo a causa di un ricalcolo che ha portato a diversi vantaggi per tutti i dipendenti.

Riforma IRPEF 2022, i cambiamenti per i lavoratori

In merito alle detrazioni dalla busta paga dei lavoratori dipendenti, fino al 31 dicembre 2021 queste erano calcolate in base a delle formule specifiche. Queste formule però, con l’inizio del nuovo anno, hanno subito dei cambiamenti profondi.

Fino allo scorso anno le detrazioni spettavano sia ai lavoratori pubblici che privati, arrivando ad un massimo di 1.880 euro annui. Un importo che spettava solamente a coloro che avevano un reddito di 8.000 euro. Nel 2022 le detrazioni sono diventate più corpose. Ecco come sono calcolate:

  • Reddito fino a 15.000 euro spetta una detrazione di 1800. Per contratti a tempo indeterminato, mai inferiore ai 690 euro.
  • Reddito tra 15.000 e 28.000 euro si moltiplica 1.190 per (28.000 meno reddito complessivo) e diviso per 13.000. Il risultato sommato a 1.910.
  • Reddito tra 28.000 e 50.000 euro si moltiplica 1.910 per (50.000 meno reddito complessivo) e poi diviso per 22.000;
  • Reddito superiori a 50.000 euro non c’è nessuna detrazione.

Non tutti lo sanno però, perché poco pubblicizzato, è il fatto che coloro che hanno un reddito tra 25.000 e 35.000 euro hanno diritto ad una somma aggiuntiva di 65 euro al mese.

Detrazione IRPEF 2022: a chi spettano i 65 euro in più?

Le detrazioni in merito alla riforma IRPEF 2022 portano diversi benefici ai lavoratori dipendenti. Nel nuovo anno, la detrazione massima può superare la somma di 3.000 euro, a differenza del 2021 che era ferma a 1880.

Come abbiamo anticipato sopra, coloro che hanno i redditi tra 25.000 e 35.000 euro, oltre ad avere la detrazione calcolata con la formula descritta, possono avere un aumento di 65 euro in busta paga. Tutti i lavoratori che si trovano in questa fascia di reddito hanno diritto a questa somma in più. Una cifra che sicuramente potrebbe aiutare, soprattutto con i rincari delle bollette.