Alain Satti, chi è il figlio di Bobby Solo: un passato difficile

Alain Satti è il figlio di Bobby Solo. Per anni è stato lontano dal mondo dello spettacolo, fino a quando ha raccontato la sua vita complicata. 

Bobby Solo
Getty Images

Bobby Solo, all’anagrafe Roberto Satti, è uno dei cantanti italiani più popolari. È stato ribattezzato fin dagli inizi come “l’Elvis italiano”, per il suo look ed il suo genere rock and roll che lo hanno fatto amare da un’intera generazione. La grande notorietà arriva negli anni Sessanta.

Nel 1964, quando si presenta per la prima volta sul palco del Casinò di Sanremo portando il brano Una lacrima sul viso. Un successo clamoroso che lo porta in giro in tutto il mondo. La consacrazione però avvenne l’anno dopo, quando conquista la sua prima vittoria a Sanremo, con Se piangi se ridi.

Sulla vita privata del cantante sappiamo che è convolato a nozze per ben due volte. La prima si è sposato con la ballerina francese Sophie Teckel, mentre la seconda volta con l’hostess Tracy Quade.

Poco prima la fine del suo primo matrimonio, Bobby ha avuto una relazione con Mimma Foti con la quale ha avuto una figli, Veronica che abbiamo conosciuto nella casa del GF Vip ed ha un disturbo borderline. Il primo figlio del cantante però Alain Satti, noto al pubblico per il suo passato complicato. Conosciamolo meglio.

Chi è Veronica Satti, la figlia di Bobby Solo

Chi è Alain Satti: età, lavoro, famiglia, genitori, biografia

Alain Satti figlio di Bobby Solo
Instagram
  • Nome: Alain Satti
  • Data di nascita: 1968
  • Luogo di nascita: Roma
  • Età: 54 anni
  • Professione: pet terapy
  • Genitori: Bobby Solo e Sophie Teckel

Alain Satti è nato nel 1968 a Roma dal matrimonio tra Bobby Solo e la ballerina francese Sophie Teckel. La coppia diede al primogenito due sorelle: Chantal, nata nel 1971, e Muriel, nata nel 1975.

Nel 1991 la coppia divorzia e Alain scopre di avere un’altra sorella, Veronica, nata nel 1990 dalla relazione extraconiugale tra il padre e Mimma Foti. Dal secondo matrimonio con l’hostess di origini coreano-statunitensi Tracy Quade nasce nel 2013 il quinto figlio del cantante, Ryan.

Per quanto riguarda il lavoro di Alain Satti, sappiamo che è un pet terapy, ovvero gestisce un’associazione per cani “Vida da Cani”. Con questa attività, il suo obiettivo è quello di sviluppare e approfondire la relazione uomo-animale. In passato però ha fatto il servizio militare. È partito militare a soli 18 anni, andando prima a Gaeta ed in seguito a L’Aquila.

Alain Satti, un passato complicato: i problemi con la droga e il rapporto con Bobby Solo

Quando era giovane, Alain Satti non ha avuto una vita semplice. A raccontare il suo passato è stato recentemente lui stesso in una lunga intervista rilasciata a Eleonora Daniele durante il talk della mattina Storie Italiane.

In gioventù ha avuto problemi di droga. Ha iniziato ad assumere sostanze stupefacenti quando era minorenne. Un’abitudine continuata anche durante il servizio militare, dove trova compagnie che non lo ostacolano, bensì alimentano questa dipendenza.

“Nel periodo del militare gli eccessi aumentarono – ha confessato Alain ad Eleonora Daniele – ed ebbi un incidente significativo: caddi sui binari del treno Roma-Ostia e a salvarmi fu un maresciallo in pensione”.

Vedendo suo figlio in quelle situazioni decide di prendere il consiglio dell’amico giornalista Red Ronnie e rivolgersi a Vincenzo Muccioli. Proprio grazie a lui Alain nel 1987 entra a far parte della comunità di recupero di San Patrignano, vicino Rimini.

‘Vieni da me’, ospite Laura Efrikian, prima moglie di Gianni Morandi

Da qui inizia un percorso che lo porterà a cambiare totalmente la sua vita. Un processo di formazione personale che lo hanno reso l’uomo che è oggi. Nella comunità inoltre si occupava di spettacoli ed eventi, inoltre si occupava della rassegna stampa. Per quanto riguarda invece i rapporti con la famiglia, questi sono buoni. Proprio lui ha ammesso che non può incriminare nulla ai genitori.