Morte Don Antonio Polese: a quanto ammonta l’eredità?

A quanto ammonta l’eredità del Boss delle Cerimonie Don Antonio Polese lasciata alla sua morte e chi ne ha beneficiato? Scopriamone di più sull’argomento.

Don Antonio Polese
Don Antonio Polese (Youtube)

È venuto a mancare nel 2016 Don Antonio Polese, colui che ha portato al successo il format Il boss delle cerimonie, che alla sua scomparsa ha cambiato nome in Il castello delle cerimonie.

Un personaggio davvero indimenticabile, che con i suoi modi di fare è riuscito a far breccia nel cuore del pubblico, che lo ha sempre molto apprezzato.

In seguito alla sua scomparsa, avvenuta per problemi al cuore e scompensi cardiaci, il suo grande patrimonio è stato lasciato al suo successore.

Il Castello delle Cerimonie, l’ospite più assurdo: merito di Don Antonio

Don Antonio Polese, la sua eredità

Per chi non avesse mai avuto l’opportunità di seguire Il boss delle cerimonie, Don Antonio Polese è stato il personaggio principale di questo programma.

Fu proprio Polese tanti anni fa a creare la struttura Grand Hotel La Sonrisa, che i telespettatori avevano imparato a conoscere grazie al programma poiché proprio in questa location sono stati realizzati diversi eventi.

Polese era originario di Sant’Antonio Abate, un piccolo paese situato nel Vesuviano, e fin da giovanissimo si era buttato nel mondo del lavoro.

Appena quindicenne infatti incominciò a lavorare come macellaio e incontrò anche la sua futura moglie Rita Greco.

Polese però sognava in grande e emise anima e cuore in un progetto abbastanza ambizioso, quello di creare un proprio ristorante La sonrisa, in una zona di campagna vicino al suo paese.

Quanto costa una cena a Il castello delle cerimonie? Svelata la cifra

Soltanto successivamente questo si è tramutato poi in un vero e proprio hotel 5 stelle, che adesso è noto come il Castello e che ospita tantissimi eventi, e molti fan della trasmissione che decidono di pernottare proprio in questa location.

È questa dunque l’eredità che ha lasciato poi alla sua morte e che passò di fatto alla moglie Rita, e dopo la morte anche di quest’ultima nelle mani della figlia donna Imma.

È dunque quest’ultima adesso che porta avanti insieme al proprio marito Matteo Giordano la struttura, ed è diventata protagonista del programma televisivo ancora trasmesso su Real Time.

Tutto il lavoro di Don Antonio dunque non è andato certamente perso e la fama del Grand Hotel La Sonrisa, che aveva fortemente voluto realizzare in vita, continua a risplendere con grande successo.