La truffa del timer impazza sul web: ecco come evitarla

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:53

Una nuova truffa sta facendo strage di utenti sul web. E’ la truffa cosiddetta del timer, eccola nei dettagli.

Timer

E’ la nuova truffa che da qualche tempo sta impazzando sul web. L’obbiettivo sempre lo stesso, frugare tra i nostri dati sensibili e provare a rubare quante più informazioni possibili. Moltissimi utenti sono già caduti vittime di questa terribile trovata da parte degli hacker per provare ad invadere la nostra privacy e quindi impossessarsi di preziose informazioni utili per impiantare sempre più truffe e raggiri nei nostri concorsi.

La tecnica è molto semplice. Il solito link ricevuto tramite posta elettronica e l’invito a cliccarci su. Poi la richiesta di inserire le proprie credenziali per accedere nuovamente alla posta elettronica, ma è in quel momento che la truffa entra in azione. Un timer segnalerà che il tempo stringe e che per evitare la chiusura della casella di posta bisogna inserire nel brevissimo tempo consentito username e password.

LEGGI ANCHE >>> Postagiro: ecco la nuova truffa che colpisce il nostro conto corrente

LEGGI ANCHE >>> Tenta di truffare una nonnina di 80: alla fine è lei che incastra lui

La truffa del timer impazza sul web: cosa succede dopo aver inserito i propri dati

Una volta inseriti i vostri dati nello spazio apposito, un messaggio di errore vi inviterà ad inserire nuovamente le vostre credenziali. Chiaramente, questo è l’ennesimo tentativo per provare a diffondere quanto più possibile le informazioni relative al vostro account. Migliaia di utenti sono già caduti nella terribile truffa che corre veloce sul web. A questo punto, le indicazioni restano sempre le stesse, badare al contenuto del testo prima di cliccarci su.

Controllare che non vi siano errori di ortografia, cosa che capita spesso quando i truffatori sono stranieri e quindi non conoscono bene la nostra lingua. In ogni caso, bisogna stare attenti ormai a qualsiasi cosa che corra sul web, se non si vuole rischiare di cadere nelle grinfie del truffatore di turno.