Maurizio Lastrico, lo spot sulla Liguria offende Amadeus: le scuse

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:06

Maurizio Lastrico chiede scusa ad Amadeus, l’attore ci mette la faccia e fa ammenda: lo spot della Liguria ha generato non pochi malumori, ecco cosa è successo.

Da bravo comico Maurizio Lastrico sa bene che non tutte le battute escono bene e anche quando le intenzioni dietro a una gag sono delle migliori può capitare che semplicemente non faccia ridere. Nel peggiore dei casi non solo la battuta non fa ridere ma offende anche qualcuno, come nel caso dello spot dedicato alla regione Liguria.

Come ogni anno la Regione Liguria approfitta del Festival di Sanremo per fare sfoggio delle sue bellezze tutte da scoprire, quest’anno tuttavia si è alzato un po’ troppo il tiro e quella che era stata pensata come una scenetta divertente ha offeso la sensibilità e il lavoro di Amadeus.

LEGGI ANCHE>>>Sanremo 2021 per uno dei big spunta l’accusa di plagio: la replica

LEGGI ANCHE>>>Striscia la Notizia non risparmia Sanremo 2021, il video è virale

Sanremo, Amadeus critica lo spot sulla Liguria

amadeus

Nei giorni scorsi Maurizio Lastrico aveva stuzzicato i fan con alcuni scatti vestito da prete, nel corso della prima puntata del Festival di Sanremo 2021 il pubblico di Rai 1 ha scoperto il motivo dell’insolito look: lo spot per la Liguria, che come ogni anno va in onda durante la kermesse musicale.

Tuttavia quest’anno si è deciso per mettere in piedi una scenetta, ideata per strappare un sorriso nel pubblico a casa, peccato che la frase pronunciata proprio da Lastrico “Tranquilla, che a Sanremo dopo la terza canzone dormono tutti abbia offeso Amadeus. Il conduttore e direttore artistico della kermesse ha commentato lo spot durante la conferenza stampa di oggi, 3 marzo 2021 “Battuta evitabile, un piccolo autogol.” “Da sempre, non solo quest’anno, nessuno si addormenta dopo la terza canzone, era una piccola cosa evitabile” ha chiosato Amadeus.

Su Instagram le scuse di Maurizio Lastrico

La risposta di Maurizio LastrIco non si è fatta attendere “Ero titubante se parlare o no, ma volevo dire la mia sulla baraonda sullo spot” così nelle storie l’attore inizia il suo messaggio di scuse.

Mi dispiace molto, gli spot che non ho scritto io, ma ci ho messo la mia faccia, quindi è come se lo avessi fatto io. – afferma Lastrico visibilmente mortificato –  Sono stati girati tre finali che dovevano essere approvati, quello è stato quello approvato da chi poi ha deciso di mandarlo in onda.”

L’attore con la sua sensibilità di artista ha poi continuato “Mi dispiace avere in qualche modo, involontariamente, aver rotto le balle a un professionista che in quel momento stava lavorando.” “Non ho il numero personale di Amadeus e non posso farlo di persona” ha continuato poi Lastrico, rinnovando le sue scuse e augurando il meglio al Festival.