Il piccolo si nasconde nella lavatrice ma la madre non lo sa: è tragedia

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:51

La madre del bambino di pochi anni non sapeva dove fosse il piccolo. Alla fine del lavaggio la tragica scoperta.

Madre e figlio sono in casa. Lei si appresta ad accendere la lavatrice per i lavaggi di rito, ma il piccolo no è in giro, no lo sente, non lo vede, mai avrebbe immaginato di ritrovarlo dopo poco ormai senza vita. La lavatrice parte, ma il piccolo ancora non si vede ne sente, alla fine però la tragica scoperta da parte della donna. Terminato il lavaggio, nel momento di estrarre i panni, la donna ritrova il suo bambino, si era nascosto proprio li, all’interno dell’elettrodomestico.

La corsa in ospedale, il piccolo aveva probabilmente già perso i sensi. Ma li, i medici, niente hanno potuto fare per salvargli la vita. Troppo importanti le ferite riportate, probabilmente insieme a più traumi. Il piccolo, di pochi anni, è morto cosi. Voleva probabilmente giocare, aveva trovato il nascondiglio perfetto per ingannare la propria madre, ma li, ha trovato la morte. La notizia in poche ore, ha chiaramente fatto il giro dell’intero paese.

LEGGI ANCHE >>> Regno Unito, bambino di 1 anno muore: sospettati i genitori adottivi

LEGGI ANCHE >>> Orrore nella casa famiglia: muore bambino autistico

Il piccolo si nasconde nella lavatrice ma la madre non lo sa: troppi gli incidenti simili nel paese

 

L’incidente ha avuto luogo in un sobborgo di Hoon Hay, a Christchurch, in Nuova Zelanda. Sul posto, subito dopo l’incidente, sono arrivati cosi come da protocollo le forze dell’ordine, che hanno immediatamente avviato tutte le indagini per chiarire l’esatta dinamica dell’incidente. Per il momento, secondo quanto emerso dalla stampa locale, la vicenda non sarebbe stata considerata sospetta, la morte del bambino andrà considerata, con molta probabilità, un terribile incidente.

Nel paese, è il terzo incidente in pochi anni che riguarda un bambino ed una lavatrice. Forse la poca attenzione in casa, quando la tragedia, purtroppo, è sempre dietro l’angolo.