Nek, le cicatrici gli lasciano un insegnamento: il suo nuovo approccio alla vita

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Nek mostra la mano dopo il terribile incidente. Le cicatrici dolorose gli ricordano ancora una volta quanto la vita possa cambiare da un secondo all’altro

Nek commuove
Fonte foto: Facebook

Nek è uno dei cantanti più famosi ed amati in Italia. A novembre 2020 aveva preoccupato, in maniere non indifferente, tutti i fan in seguito ad un incidente per il quale aveva rischiato di perdere la mobilità della mano.

Poco tempo fa, il cantante era stato ospite di Silvia Toffanin nel suo salotto di Verissimo. In quell’occasione, Nek ha raccontato la brutta esperienza che ha vissuto raccontando i sentimenti vissuti in quel momento e addirittura il timore di non potercela fare.

Il cantante emiliano si era ferito nella sua casa di campagna mentre maneggiava una sega circolare che gli ha causato un profondo taglio sulla mano. Sarebbe anche potuto morire dissanguato, ma fortunatamente ha avuto la prontezza di salire in auto e partire in direzione del Pronto Soccorso di Sassuolo. Oggi, a distanza di un paio di mesi, Nek ha mostrato la sua mano e le cicatrici che la segnano, su Instagram, dove si è poi lasciato andare ad una riflessione profonda.

LEGGI ANCHE >>> Nek, avete mai visto l’esilarante cover russa di “Se una regola c”è?” -Video

LEGGI ANCHE >>> Patrizia Vacondio, chi è la moglie di Nek? Età, etàcarriera e vita privata

Nek mostra la mano dopo l’incidente: “D’ora in poi vivrò ogni giorno come se fosse il primo”

Nek "sarei morto dissanguato": come si è salvato dall'incidente
Nek (fonte foto: Instagram, @nekfilipponeviani)

Dopo che lo scorso novembre Nek ha rischiato grosso, quasi amputandosi una mano, a distanza di mesi ha mostrato su Instagram le cicatrici che gli sono rimaste sull’arto. Segni indelebili che hanno lasciato un insegnamento all’artista.

“Ecco la mia mano oggi. La sento reagire con me. La sento lentamente risvegliarsi come da un lungo letargo, come se rinascesse di nuovo. Queste cicatrici dolorose ogni giorno mi ricordano quanto possa cambiare in un secondo il corso della vita… e quest’anno purtroppo, lo ha ricordato in molte forme a tante persone…”, Nek è consapevole di quanto la vita possa essere mutevole e inaspettata.

Da qui la sua riflessione profonda e il suo nuovo approccio alla vita: “Pianifichiamo, progettiamo sicuri nel nostro cammino poi qualcosa di inaspettato come un pugno allo stomaco, come un lampo improvviso, trasformano tutto. Si, programmerò pianificherò e procederò ancora ma d’ora in poi tenterò di vivere ogni giorno come fosse il primo”.

Nek
Foto da Instagram: @nekfilipponeviani