Equitalia: attenti, non pagate queste cartelle, cosa sta succedendo

Una notizia che i contribuenti aspettavano da anni. Finalmente un’ordinanza a favore dei cittadini morosi.

Modello di dichiarazione dei redditi 730
adobe

Un momento buio per l’economia italiana che chiaramente si ripercuote sulle tasche e sui bilanci delle famiglie del nostro paese. Tante, troppe le difficoltà per chi ha perso il proprio lavoro, oppure ha vissuto una brusca interruzione dei quello che era il suo impiego, ed oggi vive magari di cassa integrazione, di ammortizzatori sociali e quant’altro. Equitalia, in questi casi rappresenta un vero e proprio incubo, sopra tutto e tutti, sempre, in ogni caso.

Ma da qualche tempo certe situazioni pare siano migliorate per alcuni contribuenti, si rispetterà insomma il momento tanto particolare e delicato. Si rispetterà la dignità dei cittadini no andando a chiedere somme spropositate ed ingigantite delle more, in una fase in cui il contribuente stesso vive un profondo disagio economico e professionale. Non può che essere questa al giusta condotta, non può che succedere questo nel nostro paese, oggi.

LEGGI ANCHE >>> Partite Iva, novità sulle tasse: sì alle rate, addio a saldi e acconti

LEGGI ANCHE >>> Tasse, la protesta dei contribuenti: c’è uno spiraglio per rinvio a settembre

Equitalia mette i saldi: tutte le interessanti novità in materia di cartelle esattoriali

La buona notizia riguarda coloro i quali hanno maturato debiti con Equitalia per il pagamento di multe arretrate o per il pagamento del bollo auto. L’ordinanza numero 28072/2019 della Corte di Cassazione, ha infatti stabilito lo stralcio di tutti i debiti maturati nel periodo compreso tra il 2000 ed il 2010, per importi fino a mille euro. In buona sostanza l’annullamento di tutte le cartelle esattoriali, eventualmente arrivate, riferite a quel preciso periodo.

Aspre polemiche rispetto all’iniziativa, anche da parte dell’ormai, per il momento, ex premier, Giuseppe Conte, che ha cosi dichiarato: Ciò crea un precedente per eventuali future problematiche legate alla gestione dei capitali. “Soprassedere sulla questione debiti consente l’incentivazione del reato. Tutto ciò attua un ammanco dei capitali dello Stato ed un precedente importante nella gestione della Pubblica Amministrazione“.