Sanremo 2021, continuano le polemiche: Al Bano rincara la dose

Sanremo 2021, continuano le polemiche sul Festival della musica italiana. Dopo le minacce di dimissioni di Amadeus, arrivano le critiche di Al Bano Carrisi

Al Bano
Fonte foto: Facebook

Fino ad ora è senza dubbio l’edizione del Festival di Sanremo più contornata da polemiche. Amadeus e la Rai ce la stanno mettendo tutta per organizzare una kermesse memorabile, nonostante tutte le difficoltà dovute alla pandemia da Coronavirus. Certo, non è facile, considerando che bisogna rispettare tutti i protocolli di sicurezza e soprattutto quando l’incertezza regna sovrana.

Se prima vi erano dei dubbi sull’inizio dello spettacolo, si è poi finalmente giunti alla decisione di far cominciare lo show la prima settimana di marzo. Il problema successivo è stato quello del pubblico. Prima l’idea di isolare gli spettatori su una nave da crociera, poi si è pensato ai figuranti pagati come avviene per altri show televisivi. Quest’ultima idea sembrava essere stata bene accolta, ma oggi è arrivato il freno del Ministro dei Beni Culturali e del Turismo Dario Franceschini.

Ancora una volta, si è espresso Al Bano Carrisi, uno dei cantanti italiani più amati ed apprezzati di sempre. L’artista pugliese ha le idee piuttosto chiare e “rincarato la dose” sostenendo la sua posizione. Vediamo insieme che cosa ha detto.

LEGGI ANCHE >>> Sanremo Amadeus lascia la conduzione? L’indiscrezione fa tremare la Rai

LEGGI ANCHE >>> “Vaccino Covid?”, Al Bano spiazza tutti in diretta tv: le sue parole

Sanremo 2021, polemiche Al Bano è sicurissimo: “È giusto che non ci sia il pubblico”

Albano Carrisi ha rischiato di perdere tutto: "un miracolo"
Albano Carrisi (fonte foto: Instagram, @ albano_carrisi)

Anche il maestro Al Bano Carrisi, intervistato dall’agenzia Adnkronos, ha detto la sua circa la 71 esima edizione del Festival di Sanremo. Già recentemente si era espresso a riguardo, utilizzando parole perentorie. Oggi ha ribadito la sua posizione, sostenendo che sarebbe meglio rimandarlo a tempi migliori, proprio come è successo per altri eventi internazionali come il Carnevale di Rio De Janeiro.

Per la precisione, il cantante di Cellino San Marco ha detto: “La mia su Sanremo l’ho già detta: in onore del Festival e per ciò che ha rappresentato nel mondo e per gli italiani è meglio rimandarlo. È giusto che non ci sia il pubblico, sarebbe troppo rischioso. Per questo dico: ‘rispettiamo Sanremo e rimandiamolo. […] Il Covid morirà, Sanremo deve essere onorato per quello che è e farlo in piena pandemia è un errore”.

E riguardo la possibilità di un addio di Amadeus che vorrebbe dimettersi? Sarebbe un peccato, ormai aveva fatto esperienza”.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, pensioni, bonus, invalidità - 104 e news