E se il prossimo Presidente del Consiglio fosse.. Giuseppe Conte?

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:22

In verità potrebbe verificarsi il paradosso del tutto cambia niente cambia, o meglio in sostanza niente cambia.

Conte Camera (Leggo)
Conte Camera (Leggo)

Giuseppe Conte non è più il Presidente del Consiglio, oggi. Domani è un altro giorno e si vedrà. Già perchè a questo punto, al netto di ipotesi e quant’altro le strade da percorrere sono davvero poche. O meglio ancora, se si esclude l’ipotesi realisticamente lontana delle elezioni anticipate, le strade da percorrere sono ancora di meno. Diciamo che alla fine, tutto sommato, in un modo o nell’altro, le strade non sono altro che due, soltanto due.

Conte si è dimesso, iniziano le consultazioni, decisive o meno, Mattarella affida allo stesso Giuseppe Conte il compito di trovare una nuova maggioranza, questo perchè lo stesso Presidente Mattarella potrebbe essere ben consapevole del fatto che un’altra maggioranza si possa trovare. A questo punto Conte, parla di nuovo con Renzi, parla con i responsabili, costruttori o quel che sono e rimette in piedi lo stesso Governo, numero più, numero meno. Cosa cambia? Cambiano gli equilibri, cambia il peso dei partiti all’interno dell’esecutivo.

LEGGI ANCHE >>> Tabacci in extremis, e timeline sballata. Un video che ritarda il governo

LEGGI ANCHE >>> Il Conte Ter potrebbe essere il governo giallobianco: i due anni di questo esecutivo

E se il prossimo Presidente del Consiglio fosse: gli altri scenari possibili

L’altro scenario ipotizzabile, considerando sempre che l’attuale Parlamento difficilmente tenderebbe realmente per il voto anticipato, e poi un Governo di unità nazionale, forse conviene a nessuno, è quello che vede Conte sostituito. Da parte di chi? Da parte di quelli che sono essenziali per avere i numeri necessari a governare ma non vogliono l’ex premier ancora in sella. E allora ecco l’ipotesi ventilata nei giorni scorsi, Di Maio premier, per volere di Matteo Renzi.

Alla fine, poco da dire e da fare, sarà lui a decidere, si , Matteo Renzi, forse coadiuvato da Silvio Berlusconi. Simpatico no?