Lino Guanciale, le manie prima di recitare: “Sono pieno di tic”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:25

Lino Guanciale è un attore piuttosto maniacale. Ha confessato di avere numerosi tic: azioni che deve ripetere un certo numero di volte per stare bene

Chi è Lino Guanciale: età, moglie, vita privata, Instagram, matrimonio
Lino Guanciale (fonte foto: GettyImages)

Lino Guanciale è un apprezzato ed affasciante attore, noto per alcune fiction di successo come Non dirlo al mio capo. Ora è pronto a tornare in tv con una nuova serie, quella del Commissario Ricciardi.

In un video apparso sul suo account di Instagram, l’attore ha raccontato della fiction che lo vede protagonista. La prima puntata andrà in onda domani, lunedì 25 gennaio 2021. Lino ha raccontato il suo personaggio facendo riferimento all’amore: “Ricciardi sa che l’amore conduce l’uomo a fare cose magnifiche ma anche terribili. Ricciardi non vuol far pesare il suo segreto, la sua maledizione su nessuno per questo, spesso, tiene l’amore lontano. L’ingresso nella sua vita di Enrica e di Livia aprirà al commissario la scoperta della vera essenza dell’amore”.

Pur essendo un attore di successo, Lino Guanciale, come ogni persona ha delle fragilità. In una intervista aveva confessato di avere una serie di manie, comportamenti specifici ripetuti per un certo numero di volte, che si manifestano ogniqualvolta è nervoso.

LEGGI ANCHE >>> Lino Guanciale matrimonio segreto: prima foto degli sposi

LEGGI ANCHE >>> Lino Guanciale si sposa, la reazione dell’ex fidanzata storica sorprende tutti

Lino Guanciale, tic: “Quando sono nervoso devo compiere gli stessi gesti in numero pari”

Lino Guanciale
foto facebook

È uno degli attori più apprezzati in fatto di fiction. Stiamo parlando di Lino Guanciale che questa estate ha stupito tutti con un matrimonio lampo. L’attore tornerà in televisione con una nuova serie: il Commissario Ricciardi.

In passato, Lino aveva confessato di soffrire di alcuni disturbi ossessivo-compulsivi: “Quando sono nervoso io devo compiere gli stessi gesti in numero pari. […] E prima di ogni ciak ripeto una frase per 13 volte. È il numero della maglia che indossavo quando giocavo a rugby. Mi porta fortuna. […] Per me, che avevo interessi un po’ da nerd, come la lettura e il cinema, il rugby, lo sport di squadra e di contatto per eccellenza, è stato di grande aiuto. Soprattutto per curare la mia insicurezza”.

L’attore sarà oggi ospite di Mara Venier a Domenica In, dove si racconterà a trecentosessanta gradi, raccontando la nuova fiction e perché no, anche di come ha fatto a superare le sue ansie.