Il Governo per ora se la cava: il numero dei contagi sembra diminuire

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:27

Il premier incassa la fiducia anche al Senato, ma i numeri sono pochi ed al momento non si è ancora ben capito cosa succederà.

Il Governo Conte incassa la maggioranza relativa in Senato, non è il massimo certo, ma in questa fase lo stesso premier avrà la possibilità di schiarirsi le idee e trovare eventualmente nuove soluzioni per il suo esecutivo. Non è da escludere l’ingresso di nuove figure politiche in maggioranza, cosi come non è da escludere un confronto con il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, in merito all’attuale scenario politico.

Conte evidentemente sa bene quale sarà il suo percorso, è andato dritto per la sua strada superando, uscendo indenne dalla prova del Parlamento, indenne numericamente, e ringraziando, di fatto, l’astensione di Italia Viva. Tale astensione ha permesso di abbassare il quorum da raggiungere per ottenere la maggioranza e quindi la fiducia e dato il via libera al risultato lievemente positivo per il Governo in aula.

Bollettino del 20 gennaio: tutti i numeri del contagio

I nuovi positivi sono 13.571, i morti secondo il dato odierno sono 524

LEGGI ANCHE >>> Il virus stermina un’intera famiglia in meno di un mese

LEGGI ANCHE  >>> I sintomi del coronavirus, a 8 anni: nessuno riesce a salvarlo

Il Governo per ora se la cava: i casi Lombardia e Veneto tengono banco

I dati considerato il dato nazionale sembrano calare, ma resta il dato regionale che in alcuni casi fa tremare. Veneto e Lombardia mantengono cifre considerevoli rispetto al numero dei contagi a differenza di molte altre regioni italiane. Nel caso della Lombardia poi c’è la situazione legata alla zona rossa, con la regione che ha annunciato il ricorso al Tar, ed in quel caso non si sa ancora bene come si concluderà la storia.

La situazione sembra in qualche modo essersi stabilizzata rispetto al dato nazionale, anche se in questi casi non si può mai dire con certezza quello che potrà succedere nei prossimi giorni.