mercoledì, Giugno 23, 2021
Home Cronaca Guasto al congelatore: le dosi di vaccino ora sono da buttare

Guasto al congelatore: le dosi di vaccino ora sono da buttare

ULTIMO AGGIORNAMENTO 6:01

L’incredibile episodio ha causato il mancato utilizzo delle dosi di vaccino, un errore umano probabilmente. Tutto sprecato.

Vaccino
Vaccino (Facebook)

Il fatto, abbastanza grave, ha avuto luogo presso l’ospedale Morgani Pierantoni di Forli. 800 dosi di vaccino Moderna andate sprecate per un guasto al congelatore che avrebbe dovuto mantenere alla giusta temperatura i medicinali. La stessa Ausl Romagna, aveva segnalato il caso ai carabinieri del Nas, che sono prontamente intervenuti per provare a capire cosa fosse successo e quali responsabilità potessero esserci da parte di operatori o dirigenti.

Si è parlato di un errore umano che avrebbe potuto causare la mancata messa in sicurezza delle dosi Moderna, ben 800 da conservare alla giusta temperatura in appositi congelatori. A questo punto i carabinieri del Nas insieme alla Procura di Forli continueranno le indagini per provare a comprendere se nel caso un errore umano, una responsabilità di terze persone, cosi come sembrerebbe hanno potuto contribuire allo spreco, di fatto delle 800 dosi di vaccino che a questo punto sono da considerare chiaramente inutilizzabili.

LEGGI ANCHE >>> Tutti in fila per il vaccino, ma i furbetti la saltano quasi sempre

LEGGI ANCHE >>> Che fine fanno le dosi di vaccino avanzate? Vanno a figli e parenti

Guasto al congelatore: i mille ostacoli ad un giusto processo di vaccinazioni

Prima i vaccini dedicati a parenti ed amici, e sottratti, è proprio il caso di dirlo, ai diretti destinatari. Esiste un piano lavoro, un piano che stabilisce le priorità nella somministrazione delle dosi, se non lo si rispetta, è tempo sprecato, oltre che dosi, perchè poi chi non l’ha ricevuta quando avrebbe dovuto, la toglierà a qualcun’ altro e cosi via.

Ora si parla addirittura di dosi mal conservate, inutilizzabili, altra falla in un sistema che funziona con il contagocce, ben lontano da quelle aspettative che soltanto poche settimane fa, avevano riempito gli italiani di speranza.