Usa, Donald Trump non si rassegna: “Non lascio la Casa Bianca”

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

L’ex Presidente Usa, Donald Trump non si rassegna a lasciare la Casa Bianca, e ormai isolato rincara la dose.

Trump Biden
Trump Biden (Facebook)

Donald Trump non si rassegna, non ne vuole sapere di lasciare la Casa Bianca ed il ruolo istituzionale di prestigio che fino a pochi mesi fa ha ricoperto. Non ne vuole sapere, insomma, di non essere più il Presidente degli Stati Uniti d’America. Il fatto non essere stato rieletto, rappresenta, evidentemente per Trump, uno smacco insopportabile, una dinamica che proprio non riesce a superare, la realtà dei fatti, sancita dal voto di novembre, che proprio non piace all’ormai ex presidente Trump.

Dall’ufficializzazione della vittoria delle elezioni da parte del democratico Joe Biden, Trump no ha fatto altro che mostrarsi convinto di brogli elettorali a destra e a manca, venendo puntualmente smentito ogni volta, ed alla fine, venendo scaricato anche dal suo stesso partito, che ormai non raccoglie e riutilizza le sue provocazioni. Trump ha perso, non è più il presidente del paese, ma di questo non riesce a convincersi. Ultimo siparietto, per i ballottaggi, che secondo lui, ancora, di nuovo, potrebbero impedire a Biden di essere presidente.

LEGGI ANCHE >>> Trump non si rassegna, pronto per fermare il passaggio di presidente

LEGGI ANCHE >>> Usa, Biden deciso: E’un irresponsabile, rimedieremo ai suoi guai

Usa, Donald Trump non si rassegna: “Non c’è verso che abbiamo perso”

“Elezioni truccate – ribadisce Donald Trump in Georgia nell’ultimo comizio prima del voto per i ballottaggi – Si tratta di uno dei ballottaggi piu importanti della storia. Tutto il mondo vi guarda – ha ribadito Trump – spero che Mike Pence si schiererà con noi. E’ una brava persona, mi piace molto. Nelle ultime settimane abbiamo dimostrato di aver vinto le elezioni con una valanga di voti“.

Insomma Trump è ancora certo di aver vinto le elezioni, un po’ come i democratici nel 2000, dopo i brogli, stavolta palesi, organizzati dai repubblicani di Bush Jr in alcuni stati, ma questa, è un’atra storia.