In Brasile la folla si scatena: riversati sulla spiaggia in barba al lockdown

Accade sulla spiaggia di Ipanema a Rio De Janeiro, dove una grande folla si è riversata per festeggiare l’ultimo dell’anno.

Più di 3000 posti auto bloccati: colpa della folla numerosissima che, in barba al lockdown nazionale indetto, si è riversata sulla spiaggia di Ipanema, una delle più famose di Rio De Janeiro, confinante con la famosissima spiaggia di Copacabana.

Senza mascherina e senza distanziamento sociale, i brasiliani hanno passato tutta la notte che precede l’ultimo dell’anno sulla spiaggia a fare festa, senza nessun controllo.

Intanto erano già stati annullati precedentemente i festeggiamenti del Capodanno sulla spiaggia carioca, data l’emergenza coronavirus e probabilmente questa è stata la molla a far scattare nei brasiliani la voglia di fare festa.

LEGGI ANCHE >>> Una grande città del mondo cancella festeggiamenti Capodanno causa covid

LEGGI ANCHE >>> Veglione al balcone per Capodanno: pigiama obbligatorio

In Brasile la folla si scatena: riversati sulla spiaggia in barba al lockdown, nessuna mascherina o distanza

Dopo il triste annuncio del rinvio del famosissimo Carnevale, la città brasiliana per eccellenza, Rio de Janeiro, cancella e rinvia per quest’anno anche la festa di Capodanno.

“Cancellato! Il comune di Rio annuncia che la festa di capodanno è cancellata per la pandemia di covid-19.”

La triste decisione viene commentata in questa maniera tramite il profilo Twitter della città carioca: “La decisone e’ stata presa per rispetto alle vittime e per tutelare la salute di tutti”.

Dopo che nello scorso Settembre la città aveva deciso di rinviare i festeggiamenti del Carnevale per la seconda volta al prossimo Luglio, questa volta purtroppo è toccata anche alla festa del Capodanno.

Questa è una delle più belle ed importanti al mondo, che richiama milioni di visitatori da ogni parte del globo per assistere allo spettacolo suggestivo dei fuochi d’artificio sull’oceano, che quest’anno non vedrà luce.

Con 6,63 milioni di casi, il Brasile è inoltre uno degli stati più colpiti al mondo dalla pandemia ed in esso sono stati registrati circa 182.000 decessi fino ad oggi.