Vaccino, altre 100 milioni di dosi accordate agli Stati Uniti da Pfizer

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:47

Il colosso farmaceutico americano consegnerà entro Luglio del 2021 circa 200 milioni di dosi solo negli USA.

Pfizer

 

Novità sul fronte vaccini per gli Stati Uniti d’America: è stato infatti raggiunto un ulteriore accordo per il rilascio agli USA di altre 100 milioni di dosi del vaccino, che con le 100 milioni già imposte nel primo accordo, garantirebbero 200 milioni totali di dosi che verranno consegnate come previsto entro il Luglio 2021.

Il Governo americano per queste dosi è stato disposto a sborsare 1,95 miliardi di dollari in più. Con queste dosi sarà garantita una cura anti-covid per 100 milioni di cittadini americani, comprendendo il vaccino ed il successivo richiamo.

Vaccino, altre 100 milioni di dosi accordate agli Stati Uniti da Pfizer: sborsati altri 1,95 miliardi di dollari.

Molte notizie avevano fatto scalpore negli Stati Uniti riguardo alle nuove vaccinazioni, cominciando dalla vaccinazione in diretta del nuovo Presidente Joe Biden. Il neo Presidente degli Usa, cosi come aveva promesso, si è fatto vaccinare in diretta tv, insieme a sua moglie. Biden si è presentato presso il luogo prestabilito chiaramente con tanto di mascherina e si è fatto iniettare una dose di vaccino Pfizer-BioNTech.

Non tutte notizie positive sono però arrivate dalla somministrazione americana del vaccino: Pfizer-Biotech aveva portato una grave reazione allergica ad un’operatrice sanitaria, che è stata ricoverata d’urgenza in terapia intensiva. La notizia era stata data dal “New York Times” direttamente appresa dal Barlett Regional Hospital di Juneau, l’ospedale dove la donna lavora e dove ha ricevuto la vaccinazione.

La donna aveva sviluppato con la reazione allergica rush cutanei, tachicardia ed una forte crisi respiratoria che inizialmente ha costretto i medici a soluzioni di assestamento, somministrandole steroidi e successivamente, dato che la situazione non migliorava, al ricovero in terapia intensiva.