Mutazione Covid, parole di un italiano che lo ha contratto: vive a Londra

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:01

Lo ha contratto durante il suo lavoro da barman in un caratteristico pub inglese: il racconto di tutti i suoi sintomi e di come stava.

Sardegna

Adriano è un giovane calabrese di 29 anni, vive a Londra e lavora come barman in un tipico pub inglese. Ha contratto il nuovo ceppo del Covid e ne racconta la sintomatologia.

“Potrei essere uno dei pochissimi italiani ad aver contratto, fino ad ora, il ceppo mutato del coronavirus. Che io lo abbia preso me lo ha confermato il laboratorio dove ho eseguito il tampone. Mi hanno detto che il quartiere a sud di Londra in cui vivo e i sintomi che gli ho raccontato lasciano pensare che possa essere proprio il nuovo ceppo”.

LEGGI ANCHE >>> Coronavirus, è allarme mondiale per la mutazione: sospesi i voli in Italia

LEGGI ANCHE >>> La variante inglese del Covid era già in circolazione a Novembre

Mutazione Covid, parole di un italiano che lo ha contratto: vive a Londra e lavora come barman

“Vivo insieme ad altre 4 persone nel quartiere di Crystal Palace, a sud del centro, che in questo momento è tra i più colpiti dal nuovo ceppo di Sars-Cov2 e lavoro in un caratteristico pub inglese”.

Ha iniziato a sentirsi male intorno al 15 dicembre, poco dopo la stretta ulteriore che il governo inglese aveva emanato in quei giorni:

“All’inizio mi sono sentito addosso come una normale influenza, ero debole ma non avevo né febbre né tosse forte né tantomeno problemi respiratori. Poi però sono iniziati dei mal di testa lancinanti e ho accusato una stanchezza molto particolare, avevo sempre sonno, in continuazione.

Prosegue: “E poi è arrivata anche l’assenza di gusto e olfatto, un sintomo che non è ancora tornato, neppure adesso… Il tampone ha confermato la mia positività. Io vivo in casa con altri 4 ragazzi, stanno tutti bene, forse solo una coinquilina potrebbe avere qualcosa”.