Beautiful, la star McVicar accusato di violenze: arrivata la sentenza

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:10

Daniel Joseph McVicar è andato a processo per l’accusa di violenza nei confronti della ex moglie. Ora è arrivata la sentenza: ecco com’è andata

Beautiful
Fonte foto: Facebook

Daniel Joseph McVicar è l’attore noto per aver interpretato il ruolo di Clarke Garrison nella soap opera BeautifulOra è stato quasi totalmente assolto nel processo che lo vedeva accusato di volenza perpetrata sull’ex moglie Virginia De Agostini. Lei, una maestra di pattinaggio, aveva conosciuto McVicar nel corso delle riprese della trasmissione Notti di ghiaccio. La relazione culminò nel matrimonio, successivamente concluso nel 2014.

Ma facciamo un passo indietro. L’attore è stato accusato dalla moglie di maltrattamenti, violazione degli obblighi di assistenza familiare e lesioni. Virginia, se prima lo aveva denunciato, ha poi ritirato le accuse perché tramite i suoi legali era riuscita a raggiungere un accordo soddisfacente con McVicar.

Nonostante le varie denunce siano state ritirare, considerando la loro rilevanza dal punto di vista del codice penale, hanno innescato il percorso d’ufficio. Ed ecco che la star di Beautiful ha dovuto sostenere il processo in quanto il suo caso non è stato archiviato. Così, il pm Marco Sanini ha aperto un fascicolo.

LEGGI ANCHE >>> Beautiful, Ronn Moss commuove il web: l’addio a Paolo Rossi

LEGGI ANCHE >>> Patrizia De Blanck, l’incredibile somiglianza con l’attrice di Beautiful

Beautiful, processo McVicar: arriva la sentenza

Beautiful
Fonte foto: Facebook

Daniel Joseph McVicar è l’attore che ha interpretato Clarke Garrison nella celebre soap opera Beautiful, che ancora oggi a distanza di molti anni conserva un pubblico fedele ed affezionato.

Protagonista del processo a suo carico per violenze nei confronti dell’ex moglie, McVicar si è avvalso dell’aiuto di Anna Rizzo ed Elisa Civallero, sue leagli di difesa. A Torino è arrivata la sentenza, per la quale il giudice Alberto Barbieri ha considerato le azioni dell’attore non un reato di maltrattamento e lezioni, in quanto il fatto non sussiste.

L’attore è stato assolto anche per quanto riguarda l’altro capo d’accusa relativo alla violazione degli obblighi di mantenimento. Infatti la coppia ha un figlio di 8 anni. La sentenza, però, lo ha condannato alla pena di un mese di carcere perché l’attore non ha versato gli alimenti adeguatamente rispetto a quanto è stabilito per norma di legge.

Insomma, una vittoria per McVicar che ha commentato: “Dopo sei anni di accuse per me dolorose e non veritiere posso andare avanti pulito“. Infine ha voluto ringraziare anche le sue legali ed esprimere un suo pensiero: “ Le voglio ringraziare perché mi hanno ascoltato e hanno sempre creduto in me, presentando una bella difesa contro queste accuse. Sono contro la violenza di ogni tipo, anche questo insegno a mio figlio. Un uomo deve sempre proteggere la donna”.