Costretto ad accoltellare il padre per difendere la madre: arrestano lui

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:07

Parliamo di un minorenne, che di certo non avrebbe voluto compiere quel gesto, ma è stato costretto dal padre: lo arrestano.

Costretto ad accoltellare il padre per difendere la madre: arrestano lui
Carabinieri (Fonte foto: web)

Il padre ha più volte usato la violenza su sua madre, oggi il sedicenne di Ardea, provincia di Roma, non ce l’ha più fatta a resistere ed ha accoltellato l’uomo. Per questo motivo, è stato arrestato per tentato omicidio.

Il ragazzo, primogenito di tre figli, ha usato un coltello da cucina, probabilmente il primo oggetto che si è ritrovato nelle vicinanze, per colpire il proprio genitore. Così il padre, 37 anni con precedenti, è stato ferito e si è accasciato.

Leggi anche >>> Lo schianto: mamma è grave, non sa che il suo piccolo “è volato in cielo”

Accoltella il padre e lo arrestano: ma lo ha fatto per difesa

Le notizie di violenza domestica sono ormai all’ordine del giorno, nel vero senso della parola. Tutto, spesso, tenuto lontano da occhi indiscreti, mamme, padri e soprattutto figli, spesso subiscono traumi e violenze che talvolta sfociano nella morte. Un coltello, la stessa arma usata dalla madre di Palermo, che non è riuscita per fortuna, ad uccidere la figlia di 8 anni.

Anche nel caso romano, ad essere violento era uno dei due genitori, un trentasettenne rumeno che spesso era violento con sua moglie. Finché oggi, il più grande dei suoi figli, non lo ha colpito. Gli uomini del 118, subito allarmati, lo hanno portato al Riuniti di Anzio-Nettuno. Lì, ha subito l’asportazione della milza ed è lì, che è ancora ricoverato.

La ricostruzione in casa della scena, è stata effettuata dai carabinieri della tenenza di Ardea ed una pattuglia della stazione di Marina Tor San Lorenzo. Il sedicenne ha provato a difendere la madre, salvo essere scaraventato in una porta di vetro dal padre, con quest’ultima andata in frantumi. Quindi il minore, ha preso un coltello, ferendolo. Ascoltata la mamma del ragazzo, lei ha affermato di non aver mai denunciato le violenze subite. Adesso il minore, è stato accompagnato presso il centro di Prima accoglienza di Roma a disposizione dell’Autorità giudiziaria, è incolpato di tentato omicidio.

Leggi anche >>> Migliaia di morti, ma per loro il Coronavirus è un affare: camorra a Pesaro?