Coronavirus, il ministro Boccia risponde a De Luca: “Basta polemiche”

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Il ministro Boccia ha risposto al governatore campano De Luca in merito alla richiesta di nuovi medici. Siamo con voi.

Francesco Boccia
Francesco Boccia (Facebook)

Il ministro per gli Affari Regionali, Francesco Boccia ha smorzato le polemiche innescate dal governatore della regione Campania, Vincenzo De Luca, che nel pomeriggio aveva criticato l’esecutivo per non aver risposto alla sua richiesta di inviare in regione più medici per affrontare al meglio l’emergenza. Boccia, con i toni ed i modi che lo contraddistinguono ha rassicurato De Luca, spiegando che la Campania è sostenuta dal Governo in tutto e per tutto.

Riguardo ai medici poi, il ministro ha ricordato al presidente De Luca, che può disporre di migliaia di volontari, basta soltanto arruolarli, e farli entrare nelle varie strutture. Inoltre, Boccia chiede che i toni siano smorzati e che si smetta con le continue polemiche, considerato che ci certo, questo, non è il momento più opportuno per perdere tempo con inutili liti tra istituzioni e partiti. La situazione resta delicata, ma il Governo assicura sempre ed in ogni caso la sua presenza.

LEGGI ANCHE >>> Coronavirus, Il Presidente Conte convoca un vertice: cosa succederà?

Coronavirus, il ministro Boccia risponde a De Luca: “Siamo dalla vostra parte”

Il ministro Boccia ha quindi ricordato al governatore De Luca, gli sforzi già fatti dal Governo per sostenere la regione Campania, ad esempio con la distribuzione dei ventilatori polmonari, e che comunque c’è disponibilità di volontari e medici, basta soltanto volerlo. Ed inoltre se ci fosse bisogno di altri volontari, si potrebbe creare un bando, solo ed esclusivamente per la regione Campania anche domani mattina.

Piena disponibilità insomma da parte del Governo, nel cammino che porta alla fine dell’epidemia. Un cammino che deve essere affrontato insieme, tra le varie istituzioni, con il sostegno dell’esecutivo nazionale, che cosi come è stato finora, non è mai mancato per nessun territorio. L’importante, ora, è smetterla con le polemiche.

LEGGI ANCHE >>> Il ministro Speranza: non vogliamo il lockdown, ma vi chiediamo una cosa.