Coronavirus, Conte: “Serve sacrificio e cooperazione internazionale”

Il premier è intervenuto da Parigi per ricordare quanto ancora si debba fare per sconfiggere del tutto il virus.

Dpcm novembre
Giuseppe Conte (Fonte foto: Getty Images)

Intervenuto al Forum per la Pace di Parigi, il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha sottolineato lo sforzo fatto finora da cittadini ed istituzioni nella lotta al Covid19, con la prevenzione ed il buonsenso. Ma la strada è ancora lunga ricorda il premier, e ancora tanti sacrifici si dovranno fare per arrivare ad una situazione di controllo dell’epidemia, una operazione che passerà per le istituzioni e vedrà necessario l’impegno di tutta la popolazione.

Giuseppe Conte, ha poi ricordato quanto sia determinante in questa fase, la collaborazione tra le nazioni, per quel che riguarda l’impegno, gli sforzi istituzionali e tutta la prevenzione e l’assistenza da mettere in campo, grazie anche alle innovazioni medico scientifiche, per dare un duro colpo all’epidemia, nella speranza di liberarsi presto del virus. Un plauso poi alla scoperta del nuovo vaccino, che si spera possa circolare presto ed essere a disposizione dei cittadini.

LEGGI ANCHE >>> Coronavirus, Conte convoca un vertice: No a lockdown nazionale

Coronavirus, Conte: “Serve sacrificio e spirito di coesione”

Il sacrificio, Conte parla spesso di quello che dovrebbe essere l’approccio di ogni cittadino al contenimento di questa seconda epidemia. Sacrificarsi, saper rinunciare a delle cose, pur di tutelare la propria salute e quella di chi ci sta intorno. E poi la coesione, camminare insomma uniti per raggiungere un comune fine, che è quello che, si spera, potrà portarci presto a dominare l’epidemia di coronavirus che da mesi attanaglia l’intero pianeta.

Nel nostro paese al momento la situazione resta delicata, con alcune regioni secondo alcuni date vicine al collasso del sistema sanitario. Cosi come accennato anche da alcuni primari delle varie strutture, spesso gli ospedali soffrono la troppa pressione, una situazione di certo non agibile se si considera il lavoro che in un modo o nell’altro spetta agli operatori del settore.

LEGGI ANCHE >>> Conte minaccia Regioni in zona rossa: obbedite altrimenti lockdown in tutta Italia