Il Boss delle Cerimonie, lo sfogo di Imma Polese: “Rimasti senza eventi”

Il Boss delle Cerimonie, Imma Polese si sfoga e parla dei problemi che la situazione legata al virus sta creando anche a loro, ecco le sue parole.

Il Boss delle Cerimonie
foto facebook

Si torna a parlare di Coronavirus che come possiamo vedere sta continuando a colpire tutti i settori lavorativi, in questo caso si parla di televisione e in particolare del Castello delle Cerimonie e di Donna Imma.

Proprio lei poche ore fa ha voluto lasciare al web un lungo sfogo sulla situazione in cui si trovano anche loro che lavorando organizzando eventi e lo fa all’interno di una lunga intervista per il settimanale Chi diretto da Alfonso Signorini.

Purtroppo abbiamo cancellato ogni evento. Questo 2020 è da dimenticare completamente, tra dolori, lutti e morte sociale” ha ammesso, scopriamo insieme che cosa ha anche raccontato.

LEGGI ANCHE>>> Il Castello delle Cerimone chiuso, tre casi Covid

Il Boss delle Cerimonie, Donna Imma si sfoga: “Un 2020 da dimenticare”

foto facebook

Il Boss delle Cerimonie e nello specifico Imma Polese ammettono la crisi anche per il loro settore che è quello della ristorazione e degli eventi che come per tutta l’Italia è stato colpito dal ciclone Coronavirus.

Ormai ho perso il conto delle disfatta, tra cerimonie e matrimoni. Si rende conto? Quattrocento sogni spezzati e tutto quel lavoro sottratto alla filiera” ha ammesso la donna nelle pagine del settimanale Chi facendo notare dalle sue parole tutto il dispiacere e la rabbia per il momento difficile che anche loro stanno vivendo.

Sono fermi completamente questo è quello che racconta, dicendo anche che prima dell’ultimo decreto riuscivano almeno a lavorare con una sala con mille persone, quello che fa notare è come tra le tante cose abbiano anche perso la speranza di poter tornare a lavorare come prima: “Poco fa abbiamo chiuso un contratto per un matrimonio, la data è 30 giugno 2022” ha infine concluso.

Ma non è tutto, quello che Donna Imma fa anche notare, che oltre a loro hanno perso lavoro anche le persone che lavoravano in azienda: “Davamo lavoro a cento persone“, insomma una vera tragedia che speriamo possa finire presto.

LEGGI ANCHE>>> Boss Delle Cerimonie, dolore per il lutto