Bollettino coronavirus 10 novembre: cosa sarà della Campania?

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:50

C’è attesa per la decisione del Governo circa la collocazione della regione in zona arancione o addirittura rossa.

Terapia intensiva
Terapia intensiva (Facebook)

Sono ore di fermento nel paese per le decisioni che si appresta a prendere il Governo, non solo riguardanti la regione Campania, in questi giorni al centro di numerose polemiche e questioni spinose, ma anche e soprattutto circa la tenuta nazionale delle misure varate con il recente dpcm ufficializzato nei giorni scorsi dal Presidente del Consiglio dei Ministri, Giuseppe Conte. L’ipotesi lockdown nazionale, non sembra essere poi tanto lontana.

La possibilità, remota fino a pochi giorni fa, sembra prendere sempre più forza considerata la situazione globale del contagio in questo preciso momento. Font sanitarie stabiliscono che l’indice di contagio sarebbe in fase di calo, ma questo non consentirebbe un abbassamento della guardia, anzi, potrebbe portare l’esecutivo a misure più drastiche anche in vista delle festività natalizie, che in questo modo andrebbero in parte preservate.

Coronavirus bollettino del 10 novembre: tutti i dati dei contagi

I nuovi positivi sono 35.098 (con 217.00 tamponi effettuati), i morti sono 580

LEGGI ANCHE >>> Coronavirus, l’annuncio di Galli: Il Natale ormai ce lo siamo giocato

Bollettino coronavirus 10 novembre: nel paese la situazione è ancora complessa

La situazione odierna, anche considerando il presunto abbassamento dell’indice di contagio, risulta essere ancora abbastanza complessa per tutta una serie di fattori che soprattutto in certe zone porterebbero ad una fase dell’emergenza ancora più rischiosa. La suddivisione in fasce, a seconda della gravità della situazione, al momento, purtroppo potrebbe non essere bastata, altrimenti non si comprende perchè si prenda in considerazione l’ipotesi lockdown.

C’è bisogno di attendere ancora qualche settimana forse, per comprendere se realmente le misure messe in campo dal Governo, stiano in effetti contrastando nel migliore dei modi la diffusione del virus. Di certo l’atteggiamento dei cittadini in molte occasioni non aiuta la messa in atto delle stesse misure, e forse proprio per questo si sta pensando di nuovo a misure definitive, che possano fermare nettamente la presenza dei cittadini per le strade.

LEGGI ANCHE >>> Campania a rischio lockdown, da zona gialla a rossa: cosa succederà