Sardegna, si ribalta un bus pieno di migranti: ci sono feriti gravi

In Sardegna, un bus che trasportava decine di migranti, è andato giù dalla scarpata, mettendo in pericolo diverse vite.

Si ribalta un bus pieno di migranti: ci sono feriti gravi
L’autobus ribaltato (Fonte foto: web)

C’erano dieci migranti, a bordo del pullman che si è rovesciato per le strade della Sardegna, sulla Statale 197. Finito fuori strada, ha visto il ferimento di diverse unità al proprio interno.

Quasi tutti hanno riportato ferite, anche gravi. Uno dei passeggeri è addirittura finito in codice rosso. L’uomo ha riportato infatti, alcune lesioni toraciche che hanno costretto i sanitari a chiedere l’intervento dell’elisoccorso.

Leggi anche >>> Casa degli orrori, anziani lasciati nei loro escrementi: “più schifo di te non ce n’è”

Incidente bus migranti: non si capisce ancora come sia accaduto

L’incidente, ha avuto luogo sulla Statale 197, tra Gesturi e Nuraminis, nel Sud Sardegna. Oltre ai dieci migranti, vi viaggiavano un operatore ed il conducente. Parrebbe che dei sette feriti totali, solo uno versi in condizioni critiche, l’uomo in elicottero, è stato trasferito a Cagliari. Tutti gli altri, sono stati soccorsi in ambulanza. Il bus, è finito fuori dalla carreggiata.

Una notizia che ci riporta all’ennesima regione italiana, che vede lo sbarco di migranti. Ieri, ancora una volta sbarchi nel porto di Gallipoli, ormai diventato meta fissa per chi arriva da alcuni Paesi. Il bus ribaltatosi in Sardegna, era destinato al porto di Cagliari. Partito dal centro di accoglienza La Torre, dalla provincia di Nuoro, il bus della Deplano Autolinee, è uscito fuori strada durante il tragitto, finendo in una scarpata.

Dalle ricostruzioni, non dovrebbero esserci altri veicoli coinvolti nell’incidente, verificatosi all’altezza di Gesturi. Non si capisce cosa abbia portato il pullman fuori pista. Quel che si sa è che il mezzo abbia sfondato il guardrail, per poi ribaltarsi e scivolare per diversi metri. Ad indagare, è arrivata sul posto una pattuglia del Radiomobile della compagnia di Sanluri. Con loro, arrivati anche i vigili del fuoco di Ales.

Leggi anche >>> “Evviva! Oggi festeggio il secondo aborto”: lo schiaffo alla vita diventa virale (VIDEO)