Coronavirus, Conte alla Camera: “Lockdown per regioni”

Il premier Conte ha parlato alla Camera dell’attuale situazione, anticipando di fatto alcune norme del nuovo dpcm.

Il Governo sta per prendere decisioni importanti e decisive per combattere con fermezza l’epidemia di Covid19. Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, è intervenuto alla Camera per mettere al corrente il ramo del Parlamento circa le ultime fasi dell’emergenza e dei provvedimenti che l’esecutivo intende prendere per contrastare con efficacia l’epidemia che sempre più forte si fa sentire in Italia.

Il premier Conte, ha anticipato di fatto alcune importanti misure contenute nel nuovo dpcm,  breve ufficializzato, anche se in realtà non si sa ancora bene quando. Di fatto la novità più importante riguarda l’introduzione del lockdown localizzato. Si esamineranno le situazioni di alcune regioni del paese maggiormente colpite dall’epidemia e li in base al grado di gravità del contagio si passerà ad eventuali chiusure.

LEGGI ANCHE >>> Dpcm novembre, punti salienti: scuola, blocco delle regioni e coprifuoco

Coronavirus, il premier Conte alla Camera: “Il sacrificio degli italiani è fondamentale”

Il Presidente del Consiglio, ancora una volta ha spiegato quanto sia prezioso in questa fase il sostegno della popolazione, che con sacrificio contribuirà come è già successo all’uscita del nostro paese da una triste e brutta pagina d’emergenza. Conte ha sottolineato inoltre che il Governo sosterrà finanziariamente i cittadini che saranno colpiti dalle difficoltà del disagio e che non saranno mai abbandonati.

Resta dunque l’attesa per un dpcm che di sicuro farà discutere, come già fanno discutere alcune indiscrezioni. Il paese è in attesa di conoscere il suo prossimo futuro e di capire quindi in che modo il Governo affronterà l’ennesima emergenza dopo gli sforzi vani dei precedenti decreti, che di fatto non hanno migliorato la situazione. Non resta che attender e capire davvero dove si andrà.

LEGG ANCHE >>> Coronavirus, Il Presidente Conte convoca un vertice: cosa succederà?