Proteste lockdown, i giornali d’Europa parlano di noi: “Episodi violenti in Italia”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:37

I principali tabloid del Regno Unito hanno commentato le numerose proteste che si sono verificate da Nord a Sud del Bel Paese a causa delle misure di sicurezza anti-coronavirus

Regno Unito, reazioni proteste italiane

I movimenti di protesta che stanno andando in scena in Italia negli ultimi giorni, hanno avuto un richiamo importante non solo a livello nazionale. I cortei e purtroppo in alcuni casi gli scontri hanno avuto un eco anche al di fuori dello stivale e sono stati oggetto di commento da parte della stampa estera.

Nel Regno Unito ad esempio dove i principali tabloid sono sempre molto attenti e sensibili rispetto ai fatti provenienti da altre parti del mondo, ci ha pensato il Daily Mail a commentare quanto accaduto nel Bel Paese.

LEGGI ANCHE >>> Nuovo dpcm proteste a Milano, ferito al volto un poliziotto (VIDEO)

Dal Regno Unito: “L’Italia grida libertà, libertà”

Seppur con toni pacati e non votati alla condanna, il giornale britannico ha comunque sottolineato la violenza avvenuta tra le strade di Napoli, Roma, Milano e Torino (dove sono stati saccheggiati alcuni negozi) con scontri e lanci di petardi.

Al tempo stesso però si è concentrato anche sulla parte civile della protesta e sul grido di disperazione “libertà, libertà” esclamato dalla folla durante le varie manifestazioni.

Purtroppo però spesso e volentieri il lato violento prende il sopravvento, anche perché fa sempre più notizia. L’auspicio è che non sia arrivato un messaggio distorto oltre i confini nazionali.

D’altronde l’Italia non è l’unico paese che si è fatto sentire in merito alle dure restrizioni anti-covid. Anche a Barcellona la gente è scesa in strada e si è lasciata andare in parte a episodi di degenerazione. Nella città catalana sono infatti stati bruciati i bidoni della spazzatura in seguito al prolungamento dello stato di emergenza. Tra le misure previste, c’è anche il coprifuoco dalle 23 alle 6 del mattino.

LEGGI ANCHE >>> Napoli, la protesta non si ferma, in migliaia in piazza: “Non vogliamo fallire”