Pensioni novembre, anticipati i pagamenti: l’Inps comunica le date

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:50

Il pagamento delle pensioni novembre 2020 sarà anticipato e distribuito su più giorni in base alla lettera iniziale del cognome di coloro che devono percepire l’indennizzo economico

Pensioni novembre
Fonte foto: (Getty Images)

Notizia importante per coloro che devono percepire trattamenti pensionistici, indennità di accompagnamento (erogate agli invalidi civili) nel mese di novembre, che potranno usufruire del pagamento anticipato presso gli sportelli postali.

Naturalmente onde evitare assembramenti e code decisamente deleterie in questo periodo, i pagamenti saranno scaglionati su più giorni. La comunicazione è arrivata direttamente dall’Inps, che ha optato per questa soluzione per consentire ai titolari delle pensioni di potersi recare presso gli uffici postali in piena sicurezza e nel rispetto delle disposizioni per il contenimento del contagio del Covid-19.

LEGGI ANCHE >>> Quota 100 verso l’abolizione, quali sono le novità in vista per le pensioni?

Pensioni novembre: il calendario dei pagamenti

Dunque un provvedimento sulla scia di quanto già fatto ad ottobre. Anche in quel caso si è deciso di optare per l’anticipo della distribuzione dei compensi. Il criterio rimane il medesimo, ovvero quella della lettera iniziale del cognome.

Andando nello specifico, ecco il calendario completo dei pagamenti:

  • martedì 27 ottobre lettere A e B,
  • mercoledì 28 ottobre C e D,
  • giovedì 29 ottobre da E a K,
  • venerdì 30 ottobre da L a O,
  • sabato 31 ottobre da P a R,
  • lunedì 2 novembre da S a Z.

Un sistema molto semplice e soprattutto organizzato, che può consentire a tutti i pensionati di potersi organizzare con calma. Certo qualcuno storcerà il naso perché dovrà pazientare qualche giorno in più, ma d’altronde se si fosse continuato con il vecchio sistema, nessuno avrebbe potuto riscuotere prima dell’inizio del mese di novembre.

Magari per la par condicio a dicembre si potrebbero invertire le lettere ed iniziare da chi ha il cognome che inizia con Z. Naturalmente chi è titolare di carte o libretti postali può ritirare la somma direttamente agli sportelli ATM senza recarsi agli uffici postali. Chi invece ha disposto l’accredito sul conto corrente bancario o postale riceverà la propria pensione il 2 novembre. 

LEGGI ANCHE >>> Pensioni di invalidità raddoppiate, Meloni: “La nostra vittoria”