Tiziano Ferro trattato come Garko: prima del coming out aveva fidanzate finte

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:05

Tiziano Ferro in un’intervista esclusiva prima dell’uscita del suo singolo ha rivelato che anche lui doveva avere delle fidanzate finte, come Gabriel Garko.

Tiziano Ferro

Insomma pare che negli anni Duemila essere gay era una vera e propria condanna, cosa che non colpiva solo il mondo dello spettacolo, ma anche quello musicale.

In queste settiamane si è parlato tantissimo del coming out di Garko che ha ammesso di essere gay e che tutte le relazioni, viste nel passato con donne, erano finte.

Il caso ha aperto le porte per quello che viene chiamato Ares gate e di cui per il momento si parla molto poco.

Nel frattempo anche un grade della musica nostrana ha deciso di rivelare qualcosa a riguardo.

Ferro ha sempre fatto dell’onestà un suo cavallo di battaglia e quando ha potuto si è liberato del peso che aveva dentro.

Sono tanti anni ormai che il cantante ha fatto coming out e ora vive il suo matrimonio felice con il marito.

Ma non è sempre stato così.

LEGGI ANCHE >>> Tiziano Ferro: “Ero un alcolista e volevo morire”, il noto cantante lascia i fan senza parole

Tiziano Ferro trattato come Garko: fidanzate finte per lui

Tiziano Ferro e il marito Viktor (fonte Instagram @tizianoferro)
Tiziano Ferro e il marito Viktor (fonte Instagram @tizianoferro)

Tra pochissimo su Amazon Prime uscirà il documentario biografico sulla vita del cantante, in cui racconta a cuore aperto tutto ciò che ha vissuto.

Proprio per questo ha deciso di rilasciare un’intervista sull’inserto del Corriere della Sera, Sette, in cui ripercorre il suo percorso.

Pare che anche all’epoca, quando ha sfondato nel mondo della musica, le case di produzione con cui ha lavorato, gli hanno categoricamente vietato di fare coming out.

Dal momento che le voci sulla sua omosessualità erano molto insistenti, le varie case gli hanno proposto di apparire con una fidanzata finta.

Ma Tiziano si è sempre rifiutato di farlo. Lo stesso problema lo ha avuto anche in Francia, ecco cosa ha detto: “La mia casa discografica francese ogni volta che arrivavo a Parigi per una promozione mi faceva indossare abiti con codici più maschili”.

Dopo aver fatto il coming out, però, la situazione è cambiata perchè ciò lo ha fatto avvicinare alla gente, ottenendo quella felicità tanto agognata: “La verità mi ha reso libero, l’onestà e la sincerità mi hanno avvicinato ancor più alle persone”

LEGGI ANCHE >>> Tiziano Ferro, pesante giudizio: respinto il ricorso per Evasione Fiscale