Acerra: “fate gli assembramenti? E io vi tolgo le panchine!”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:48

In Campania ormai si susseguono le decisioni clamorose. Dopo De Luca, il sindaco di Acerra. Vuole evitare assembramenti.

Un’altra clamorosa decisione in Campania. Tra il serio e il faceto, ma più serio che faceto. Sì, perché il sindaco di Acerra, comune della cintura di Napoli, ha deciso di dare lo stop agli assembramenti con un gesto eclatante: togliere le panchine dalla città. Raffaele Lettieri vuole contrastare il dilagare dei contagi di coronavirus: la Campania è al momento tra le regioni più colpite. E invece di ordinare alla gente di restare a casa, ordina di non sedersi più nelle vie e nelle piazze.

Ancora troppi non capivano che questo è il momento della responsabilità, per tutelare i nostri familiari e per evitare altre chiusure, trasgredendo agli obblighi di evitare assembramenti […]  I nostri figli – continua il primo cittadino di Acerra – sono in didattica a distanza, rischiamo un nuovo lockdown e queste persone continuavano ad incontrarsi senza necessità, usavano le panchine al posto dei circoli che abbiamo chiuso. Così abbiamo deciso di intervenire alla base, smontando letteralmente le panchine”.

LEGGI ANCHE >>> Coronavirus 21 ottobre, balzo dei contagi e dei morti: il coprifuoco basterà?

Acerra, fate gli assembramenti? Prima chiude i circoli, ora sradica le panchine!

Il sindaco di Acerra aveva provato a dissuadere i suoi concttadini ad assembrarsi chiudendo i circoli dove erano soliti andare per stare insieme, giocare a carte o a ballare. Ma le stesse persone, per lo più anziani, hanno spostato la loro area di svago sulle strade cittadine e le panchine sono diventate base per gruppi di persone. Assembramenti, appunto.

Anche a Benevento, amministrata da Clemente Mastella, era successo un episodio analogo: con l’inizio della prima ondata di coronavirus, il sindaco aveva vietato ai suoi concittadini di sedersi sulle panchine, firmando una ordinanza ad hoc per evitare assembramenti e la diffusione del Covid.

📌 Ancora troppi non capivano che questo è il momento della responsabilità, per tutelare i nostri familiari e per evitare…

Pubblicato da Raffaele Lettieri Sindaco di Acerra su Mercoledì 21 ottobre 2020

LEGGI ANCHE >>> Coronavirus, l’annuncio di De Luca: Coprifuoco dalle 23 di venerdi