Coronavirus: la Regione chiude i centri commerciali di sabato e domenica

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:30

Il governatore del Piemonte, Alberto Cirio, prende una decisione drastica per arginare l’aumento dei contagi nella regione.

Continua a salire la curva dei contagi da coronavirus e le regioni iniziano a prendere autonomamente le prime decisioni drastiche per arginare il pericolo della seconda ondata.  il governatore della Campania, Vincenzo De Luca: “Chiederemo il coprifuoco, da venerdì alle 23 si chiude tutto”.

Il Piemonte, invece, decide di chiudere i centri commerciali nei giorni di maggiore afflusso: sabato e domenica. “Entro questa sera – (martedì 20 ottobre ndr) firmerò una ordinanza che chiude i centri commerciali non alimentari su tutto il territorio regionale. Teniamo aperti solo alimentari e farmacie, i generi di prima necessità”.

LEGGI ANCHE >>> Coronavirus, l’annuncio di De Luca: Coprifuoco dalle 23 di venerdi

Coronavirus: la Regione chiude i centri commerciali di sabato e domenica: “solo prime necessità”

Alberto Cirio dunque mette una stretta alle abitudini dei piemontesi. Saranno garantiti i generi di prima necessità, come nel primo lockdown. Intanto, dopo l’ultimo Dpcm firmato dal premier Conte, sono iniziati serrati i controlli da parte dei Nas dei Carabinieri in  palestre e piscine di tutta Italia. Conte domenica sera in conferenza stampa ha ammonito tutti a rispettare i protocolli di sicurezza, pena la chiusira totale.

L’attività ispettiva è diretta a verificare l’attuazione dei protocolli anti-covid negli impianti sportivi. Tra le strutture sottoposte nelle ultime ore a controllo, oltre ad alcune palestre romane, il centro tecnico di nuoto di Frosinone affidato dal comune alla federazione italiana.

Anche in Campania, Lazio e Lombardia, i governatori stanno pensando a nuove restrizioni, come a Milano con l’Ats.

LEGGI ANCHE  >>> Coronavirus: Sta mordendo, proteggete i vostri genitori e i nonni