Alessandro Orlando, da re dei televenditori a star del web

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:12

Le sue televendite sono ormai consegnate al mito, grazie a quei video che ancora corrono e fanno numeri pazzeschi su Youtube, ma il re dei televenditori è tanto altro ancora.

Alessandro Orlando
Alessandro Orlando (Facebook)

Le origini della famiglia Orlando si perdono nella provincia di Agrigento, da dove il padre di Alessandro, diciottenne, parti alla volta di Firenze. Faceva l’artigiano calzolaio, la gavetta, la formazione e poi dopo qualche anno l’avvio della attività in proprio, una sua calzoleria, proprio a Firenze.

Alessandro Orlando, il re dei televenditori: le origini

Alessandro Orlando
Alessandro Orlando 2 (Facebook)

Un giorno un cliente pagò il padre di Alessandro con una litografia. L’opera restò li, fin quando qualche tempo dopo un altro cliente chiese di acquistarla, il padre di Alessandro non aveva idea di quanto potesse valere, e accettò l’offerta di cinquemila lire, da quel momento l’uomo cominciò la sua formazione nel settore della vendita delle opere d’arte. La cosa si espande, fino alla nascita di una vera e propria galleria d’arte, è li che cresce Alessandro Orlando.

Una sera, il banditore ufficiale di quella che era ormai diventata al Galleria Orlando, non si presentò al lavoro, e cosi il giovane Alessandro prese il suo posto. La sua performance fu subito notata dal pubblico acquirente, Alessandro ha un suo stile, un suo modo di prendere il pubblico che lo caratterizza e comincia a farlo apprezzare in città e non solo. Il suo successo nasce esattamente da quel momento.

LEGGI ANCHE >>> Lutto nella Tv, è morto l’amato volto Rai: l’addio del giovane collega commuove

Alessandro Orlando, il re dei televenditori: la tv ed il successo

Alessandro Orlando
Alessandro Orlando opera (Facebook)

Nel 1996 arriva la chiamata dalla tv. Lo chiama infatti un dirigente di Telemarket, noto canale televisivo noto per l’appunto per la vendita di opere d’arte. Alessandro Orlando, personaggio televisivo nasce in quel momento, con le sue indimenticabili televendite, i suoi momenti cult, le sue espressioni, le sue movenze e soprattutto le sue storie, spesso fasulle, inventate per fare scena, per vendere insomma, il suo mestiere.

LEGGI ANCHE >>> Qui era solo una ragazza, oggi è la conduttrice più amata della tv: chi è?