Michele Emiliano chi è il magistrato che regna in Puglia? Età, Carriera, moglie

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:30

Ex magistrato, presidente della regione Puglia dal 2015 ed ex sindaco di Bari per dieci anni. Uno dei personaggi politici più in mostra del momento per le sue posizioni.

Michele Emiliano
Michele Emiliano (Rai)

Figlio di un piccolo imprenditore barese specializzato in logistica e design, Michele Emiliano, nasce a Bari il 23 Luglio del 1959.  Da ragazzo gioca a calcio e poi a basket per poi laurearsi in giurisprudenza. 26enne vince il concorso in magistratura occupandosi in quel periodo sia dell’apprendistato da magistrato che dell’azienda di famiglia. Si trasferisce ad Agrigento dove in procura gli capita di incrociare Giovanni Falcone e Rosario Livatino, poi passa a Brindisi ad occuparsi di lotta alla Mafia.

Torna a Bari come sostituto procuratore della Direzione Distrettuale Antimafia, e dopo qualche anno accetta la sfida di diventare sindaco della sua città. Sarà primo cittadino per dieci anni, dal 2004 al 2014, per poi provare la scalata alla Regione Puglia. Una travagliata vicenda legata alla sua candidatura lo porta alla vittoria nel 2015, pero poi essere riconfermato poche settimane fa per il secondo mandato.

LEGGI ANCHE >>> Anche la Puglia ha i suoi sbarchi, 84 migranti a Gallipoli, Conte: No ingressi irregolari

Michele Emiliano chi è il magistrato che regna in Puglia : matrimonio ed altro

Nel 1988, Michele Emiliano sposa Elena, giovane avvocato, conosciuta ad Agrigento ai tempi della sua collaborazione con la Procura cittadina. Dall’unione nascono tre figli, Giovanni, Francesca e Pietro. Le sue posizioni hanno spesso spiazzato i vertici del suo partito, il Partito Democratico, come quando ha sostenuto apertamente la volontà di intavolare una possibile alleanza con il Movimento Cinque Stelle.

Rocambolesca l’operazione che lo portò nel 2015 a candidarsi in regione. Con un primo rifiuto per una sorta di scontro con il partito. Partito che perde le primarie indette per scegliere il candidato governatore. A quel punto rotte le alleanze già fatta con l’Udc, il Pd ritrova Emiliano come segretario regionale, condizione che lo porta a vincere le nuove primarie e quindi ad avere il via libera totale verso la regione.

LEGGI ANCHE >>> Chiudo tutti i locali della movida in Puglia, Emiliano scatenato