Un’altra violenza del branco, in 6 picchiano coppia gay: c’erano anche due ragazze

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:32

Ennesimo episodio di violenza da parte di un branco composto anche da ragazze. Nel mirino una coppia gay che si scambiava effusioni.

La vicenda del povero Willy non è servita a redimere le menti violente dei ragazzi. C’è una strana aria in questi giorni in Italia: le aggressioni sono sempre più frequenti, i genitori non riscono a tenere per le briglie i propri figli, e ora ci si mettono pure le ragazze a finire in mezzo alle violenze gratuite ai danni dei più deboli. Una coppia di ragazzi gay se l’è vista brutta a Padova e ha deciso di denunciare l’accaduto.

Lo scrive il quotidiano locale Il Mattino. Marlon Landolfo di 21 anni e Mattias Zouta di 26, sono stati aggrediti e picchiati perché si sono scambiati tenerezze e camminavano mano nella mano. All’improvviso un gruppo formato da quattro ragazzi e due ragazze si è avvicinato alla coppia e senza dire una parola, sono iniziate le botte violente verso i due.

Un amico è intervenuto per difendere i due ragazzi ed è stato colpito con un bicchiere alla testa. Ecco la ferita che gli hanno provocato.

la feirta causata da un bicchiere

Il giovane ferito è dovuto ricorrere alle cure dell’ospedale, mentre la coppia si è ripresa e ha denunciato su Facebook il vile agguato che gli hanno teso i ragazzi e le ragazze del branco omofobo.

“Abbiamo deciso di raccontare quello che è avvenuto perché siamo stanchi di dover far fronte a episodi omofobi. Vogliamo fare in modo che queste manifestazioni di odio e discriminazione non ci siano più” – hanno scritto sul profilo di Marlon.

“Mi viene da pensare anche al giovane Willy – aggiunge uno dei due – ucciso dalla mascolinità tossica e da questi comportamenti menefreghisti di fronte alla collettività e alla diversità. E’ giunto il momento di dire basta”.

Gli investigatori stanno visionando le immagini delle telecamere per identificare i componenti del branco.

Il post e il Video dei due ragazzi aggrediti

LEGGI ANCHE -> Maria Paola, il fratello: Non l’ho uccisa, hanno perso il controllo

LEGGI ANCHE -> Coppia gay umiliata a Fasano, invece di indignarsi, il web se la ride: i commenti